NAPOLI – Ieri mattina gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in piazza Garibaldi hanno notato alcune persone fuggire in diverse direzioni e un uomo che, alla loro vista, si è disfatto di un coltello tentando di confondersi tra la folla.
I poliziotti, dopo aver recuperato l’arma, hanno bloccato l’uomo, privo di documenti di identificazione, e lo hanno accompagnato presso gli uffici del Commissariato dove, in quei frangenti, si sono presentate due persone le quali hanno raccontato che l’aggressore, durante una manifestazione religiosa tenutasi in piazza Garibaldi, le aveva minacciate e aggredite con un coltello.
N.M.N, 23enne dello Sri Lanka, è stato arrestato per lesioni personali e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere; infine, il coltello, della lunghezza di 14cm, è stato sequestrato.

Ieri sera gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato Pianura, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Talete di Melito per la segnalazione di una lite familiare.
I poliziotti, giunti sul posto, sono stati avvicinati da due uomini i quali hanno raccontato che, come già avvenuto in precedenti occasioni, erano stati minacciati, insultati ed aggrediti per futili motivi dal fratello il quale, poco prima dell’arrivo degli operatori, aveva messo a soqquadro l’abitazione.
L’uomo, un 49enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per lesioni personali e maltrattamenti in famiglia.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments