QUALIANO (Di Anna Calì) – La legalità ha vinto! Dopo sei anni, grazie a un lavoro di sinergia svolto dal comune di Qualiano e la dott.ssa Lombardi dei beni confiscati, via Rossini ritorna a essere di nuovo proprietà dei cittadini. Un terreno di 900mq che sei anni fa fu confiscato dalla camorra. Un progetto di utilità sociale: non solo la costruzione del campo da basket, ma, anche l’insediamento di una nuova arteria stradale che collegherà via Rossini e via Philadelphia, unendo così due quartieri in una popolosa zona residenziale.

L’assessore Bonaventura Cerqua dichiara: “𝑪𝒐𝒎𝒖𝒏𝒒𝒖𝒆 𝒖𝒏𝒂 𝒈𝒓𝒂𝒏𝒅𝒆 𝒈𝒊𝒐𝒓𝒏𝒂𝒕𝒂 𝒔𝒂𝒏𝒄𝒊𝒕𝒂 𝒅𝒂𝒍𝒍𝒂 𝒑𝒓𝒆𝒔𝒆𝒏𝒛𝒂 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒆 𝒑𝒊𝒖‌ 𝒂𝒍𝒕𝒆 𝒄𝒂𝒓𝒊𝒄𝒉𝒆 𝒊𝒔𝒕𝒊𝒕𝒖𝒛𝒊𝒐𝒏𝒂𝒍𝒊 𝒆 𝒎𝒊𝒍𝒊𝒕𝒂𝒓𝒊 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒓𝒆𝒈𝒊𝒐𝒏𝒆 . 𝑸𝒖𝒂𝒏𝒅𝒐 𝒍𝒐 𝑺𝒕𝒂𝒕𝒐 𝒆‌ 𝒗𝒊𝒏𝒄𝒆𝒏𝒕𝒆”.
Tante le istituzioni presenti oggi all’inaugurazione: forze dell’ordine, il Comandante Biagio Chiariello di Arzano che da anni lotta contro l’illegalità del suo territorio, ma, anche
Il vice Prefetto di Napoli; alla dott.ssa Maria Di Mauro, procuratore aggiunto a Napoli nord; a Carmela Rescigno, presidente della Commissione regionale anticamorra; al generale Luigi Cortellessa, nostro concittadino onorario.

Il Comandante Biagio Chiariello di Arzano commenta così l’inaugurazione della Piazza:

 

“È stato davvero emozionante questa mattina inaugurare la piazza in via Rossini – sorta su un terreno confiscato alla criminalità organizzata – alla presenza di tantissime autorità che hanno onorato Qualiano della loro presenza”, dichiara il sindaco di Qualiano Raffaele De Leonardis.

“Mai prima d’ora si era vista in città una tanto massiccia presenza dello Stato, continua il primo cittadino. “Voglio ringraziare per questo tutti gli intervenuti: ai vertici dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia; al comandante Biagio Chiariello e a tutti i rappresentanti della Polizia Municipale; alle autorità in materia di beni confiscati.

Non per ultimi ringrazio tutti i componenti di questa amministrazione che lavorando in sinergia con gli uffici comunali hanno permesso di arrivare a questo traguardo che è un segnale per la città. Netto, chiaro. A tutela della legalità”.
“Quella periferia tanto bistrattata e ridotta in malo modo da anni di disinteresse – aggiunge il sindaco – e che noi stiamo provvedendo a rilanciare e a ridare dignità, grazie allo stupendo lavoro di squadra su cui questa amministrazione può contare”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments