NAPOLI – Mentre tra Arzano, Frattamaggiore e Frattaminore è in corso una faida di camorra tra i gruppi criminale dei Monfrecolo, il clan della 167, ed i Cristiano-Mormile, il capo di quest’ultimo clan, Pasquale “Pickstick” Cristiano è stato scarcerato ed è stato sottoposto ad obbligo di presentazione dalla polizia giudiziaria.

Pickstick fu arrestato lo scorso giugno perché nonostante fosse agli arresti domiciliari aveva sfilato per le strade di Arzano in Ferrari per un corteo per la prima comunione del figlio. L’episodio fu denunciato dal Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Negli ultimi mesi, nel triangolo del terrore Arzano-Frattamaggiore-Frattaminore sono avvenute 9 stese, sono state fatte esplodere 5 bombe e si sono compiti 3 agguati, di cui uno mortale.

Un tempo i Monfrecolo ed i Cristiano erano alleati nel sodalizio Amato-Pagano, per il controllo delle piazze di spaccio e del racket delle estorsioni, poi c‘è stata la rottura. Lo scorso gennaio è avvenuto l’episodio clou che ha sancito la guerra. I Monfrecolo hanno scacciato via dalle palazzine popolari di Arzano gli affiliati del gruppo Cristiano che si sono rifugiati tra Frattamaggiore e Frattaminore.

“Pessimo tempismo nella scelta, che non comprendiamo né condividiamo, di scarcerare Pasquale Cristiano proprio mentre è in corso una sanguinosa guerra di camorra. Chiediamo al Prefetto e alla magistratura di monitorare attentamente l’evolversi della situazione per evitare ulteriori spargimenti di sangue e terrore in un territorio vittima della camorra.”- ha dichiarato Borrelli.

video: https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/550097603075123

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments