SANTA MARIA CAPUA VETERE – I due carabinieri condannati ieri dalla Cassazione a 12 anni di carcere per l’omicidio di Stefano Cucchi si sono consegnati nella caserma Ezio Andolfato di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), sede del Carcere militare giudiziario.

Raffaele D’Alessandro e Alessio Di Bernardo sono arrivati nel cuore della notte.

Prima di essere traferiti in carcere i due carabinieri si sono consegnati ai loro colleghi che poi hanno provveduto al trasferimento nella struttura penitenziaria casertana.

“ Stefano Cucchi fu ucciso dallo Stato per responsabilità di alcuni carabinieri. La giustizia ha vinto, con condanne anche per omicidio preterintenzionale. “ lo scrive stamani Luigi de Magistris.

“Stefano fu massacrato di botte, furono falsificate prove e cercarono di coprire tutto proprio coloro che avrebbero dovuto curare la custodia di una persona in stato di privazione della sua libertà. Il merito più grande va ad Ilaria Cucchi che non ha mai mollato. Senza di lei e senza una forte mobilitazione popolare, civica ed intellettuale il muro di gomma criminale di apparati dello Stato non sarebbe crollato.” Conclude l’ex Sindaco di Napoli postando una foto dell’inaugurazione al Vomero del murale di Jorit alla presenza di Ilaria Cucchi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments