carcere_aperto-2-2

NAPOLI – Nelle carceri campane esistono attualmente piazze di spaccio che fatturano alla criminalità organizzata più denaro di quelle che sono presenti sul territorio.

L’allarme arriva da Aldo Di Giacomo segretario generale del Sindacato della Polizia Penitenziaria.

Una situazione paradossale che da tempo viene denunciata da chi in carcere ci lavora ogni giorno e quotidianamente rischia in alcuni casi anche la vita.

Droga, armi ma soprattutto mini cellulari e smartphone il materiale sequestrato quotidianamente dagli agenti di custodia.

Spesso la droga arriva nelle celle anche con nuove metodologie di consegna come l’utilizzo di droni, palloni telecomandati o addirittura sparata direttamente oltre le mura di cinta da fucili ad aria di altissima precisione.

Tra gli istituti di pena più pericolosi e fuori controllo quello di Avellino.

A supportare la denuncia del Sindacato della Polizia Penitenziaria anche il deputato Francesco Emilio Borrelli.

LEGGI ANCHE
WWW.VIDEOINFORMAZIONI.COM

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments