SORRENTO – Il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ha effettuato un sopralluogo nell’area del Vallone dei Mulini a Sorrento.

Si tratta di un luogo di notevole importanza storica e paesaggistica per la popolazione sorrentina e non solo.

Purtroppo la struttura, presente nel sito storico, nel 2012 venne acquistata per 300 mila euro da una società che cominciò ad effettuare dei lavori di restauro che però’ hanno completamente stravolto la fisionomia della struttura ed eliminato ogni traccia di quel fascino decadente che rendeva il paesaggio del vallone dei Mulini unico al mondo.

A seguito delle denunce di varie associazioni ambientaliste, per le quali i lavori di restauro sarebbero stati realizzati anche in difformità dell’autorizzazione paesaggistica, l ‘area dallo scorso marzo è stata messa sotto sequestro, in attesa che si svolgano le indagini su chi ha eseguito tali restauri non conformi alle norme.

I cittadini sorrentini sdegnati per ciò che accaduto a quello che è un luogo simbolo di Sorrento si sono rivolti al Consigliere Borrelli che già prima dell’inizio dei lavori si era recato sul posto per verificare lo stato dei luoghi e impedire lo stravolgimento del sito.

“ E’ una vicenda che fa male al cuore, è stato stravolto uno dei siti più suggestivi della Penisola Sorrentina e di tutto il territorio regionale. Parliamo di un’area di notevole importanza storico ed ambientalista, qui vi erano specie vegetali uniche al mondo, sono stati fatti danni irreparabili e di notevolissime proporzioni. Ora chiediamo che si possa almeno salvare il salvabile e che si prosegua celermente nelle indagini per poter accertare le responsabilità di chi ha messo in atto queste oscenità, deturpare in questo modo un patrimonio storico è un crimine. Il nostro patrimonio storico e culturale va tutelato ad ogni costo, senza di essi perderemmo la nostra identità.”- sono state le parole del Consigliere Borrelli e di Antonino Esposito dei Verdi nella Penisola Sorrentina.

Sopralluogo al Vallone dei Mulini a #Sorrento

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Lunedì 15 giugno 2020

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments