Lapide_Roberto_Murolo

NAPOLI – Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, in occasione dell’anniversario, che cade oggi, della morte di Roberto Murolo, il grande cantore della Napoli classica e nobile, rilancia la proposta all’amministrazione comunale partenopea di dedicare alla memoria di uno degli artisti napoletani più amati e più conosciuti al mondo, scomparso esattamente tredici anni or sono, le scale di via Cimarosa, poste proprio dinanzi al palazzo dove si trova la casa nella quale Roberto Murolo visse e morì.

“A tredici anni dalla dipartita del maestro, avvenuta a 91 anni il 13 marzo 2003,  – scrive Capodanno -, ritengo doveroso lanciare l’appello all’amministrazione comunale affinché, oltre a una traversa di via Nino Bixio, nel quartiere Fuorigrotta,  di recente a lui intitolata, gli vengano dedicate quelle scale del quartiere collinare partenopeo, nei pressi delle quali il  “padre nobile della grande canzone”, come si legge su una lapide apposta in sua memoria sulla facciata del fabbricato, trascorse la sua vita, in un casa posta in via Cimarosa 25, dove prima di lui aveva vissuto il padre Ernesto, grande poeta dell’epoca d’oro della canzone napoletana, come ricorda un’altra lapide posta nei pressi della prima “.

{youtube}K18JEUTC4JE{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments