NAPOLI – Domani arriverà la risposta “culturale” all’arroganza e alla violenza della camorra, grazie alla riapertura del Trianon, il teatro popolare per eccellenza, che, grazie all’impegno della Regione, riaprirà i battenti, offrendo un’occasione di riscatto al quartiere.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che oggi, alla vigilia della riapertura, fissata per domani mattina, è andato a fare un sopralluogo.“Per me che ho seguito tutta la vicenda del Trianòn, protestando e chiedendo continuamente l’apertura anche per non abbandonare Forcella nelle mani della camorra, entrare nel teatro e vederlo ormai pronto per la riapertura è stata un’emozione fortissima” ha aggiunto Borrelli per il quale “il teatro aperto porterà migliaia di persone a frequentare quella zona, anche di sera, e i clan della camorra avranno vita difficile a continuare le loro azioni violente perché la gente perbene prenderà il sopravvento”.“Esprimo piena soddisfazione per la notizia della riapertura del Trianon in seguito al parere favorevole della Commissione Comunale dei locali di pubblico spettacolo. Il Comune di Napoli, lavorando in sinergia con la Regione e la Città Metropolitana, ha contribuito a restituire al quartiere e alla città il suo teatro. Quanto stiamo festeggiando oggi rafforza il concetto fondamentale e in cui crediamo fortemente e cioè che la riqualificazione dei territori passi attraverso la cultura. La riapertura del Trianon si aggiunge al lavoro quotidiano che si compie ogni giorno da anni in un altro luogo recuperato e riaperto dall’amministrazione, lo Spazio Comunale Piazza Forcella, dove tante associazioni si impegnano a condurre laboratori di teatro con bambini giovani, donne e migranti quali gli ATT Atelier Teatrali Territoriali, i Percorsi d’Arte e la Scena delle Donne.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments