16640812_1567303803299180_7070178365564743703_n

NAPOLI – L’Italia si riprende fino in fondo, cresce se il Sud cresce e rimonta il divario con il centro nord”. Lo ha detto il ministro Claudio De Vincenti parlando con i giornalisti a margine dei lavori del convegno “Chiesa e lavoro”, in corso a Napoli. Il ministro ha aggiunto che il governo ha lavorato in questa direzione con la definizione di un ampio piano di investimenti.

“Non lasciate che qualcuno uccida la speranza dei vostri cuori”. Lo ha detto il presidente della Conferenza episcopale italiana, Angelo Bagnasco, nel corso dell’omelia pronunciata nella messa celebrata ad apertura della seconda giornata del convegno “Chiesa e lavoro” che vede riuniti a Napoli i vescovi di Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.  Ai giovani presenti Bagnasco ha detto: “Non sarete soli. Con voi ci saranno i pastori della Chiesa”.”Al governo nazionale e a quelli locali dico che bisogna prendere atto che il Sud esiste, che il Sud non è soltanto bisogno ma anche risorse e quando le risorse non vengono utilizzate c’è una doppia colpa”. Lo ha detto monsignor Nunzio Galantino, segretario della Cei a margine dei lavori “Chiesa e lavoro”, in corso a Napoli. Ai giovani ha detto di valorizzare “le esperienze positive” che al Sud sono numerose “senza stare a pietire con il cappello in mano dinanzi al politico di turno”. “Dalle Diocesi del Sud giungono proposte di rilievo e di ampio respiro per far fronte al dramma della disoccupazione giovanile: ora, insieme con  il Governo e le Regioni, ci si adoperi per mettere in campo azioni positive per concretizzarle. Una prima azione positiva ed immediata è la firma del protocollo di intesa tra Regione, Curia e Conferenza Episcopale della Campania per i giovani imprenditori nel settore dell’agricoltura”.E’ quanto ha affermato il consigliere regionale del Pd Antonio Marciano che stamani ha partecipato al convegno “Chiesa e Lavoro promosso dalla Conferenza episcopale dei vescovi del Sud.“La via tracciata stamani è preziosa ed indica il percorso della semplificazione, della sicurezza e della fiscalità agevolata per stimolare nuovi investimenti e nuova impresa nel Mezzogiorno” – ha sottolineato Marciano – che ha aggiunto: “ciò è indispensabile per creare nuova impresa e nuovo lavoro e dare slancio all’imprenditorialità giovanile, nei settori chiave dell’agricoltura, del turismo, dell’enogastronomia, della cultura, sulla quale occorre investire sempre più risorse ed alleggerire la burocrazia”.“Faccio mio il forte richiamo ad un’Europa che deve recuperare un’anima e un’economia dal volto sociale lanciato dal presidente della Cei card. Bagnasco – ha concluso Marciano – per sottolineare che ciò costituisce il presupposto per un’azione istituzionale virtuosa a favore dei giovani e dell’intero Paese”.All’incontro ha preso parte anche il presidente della Bcc Napoli Amedeo Manzo che nell’occasione ha lanciato il micro credito per le aziende giovani e napoletane. (ANSA)

{youtube}2qmfQafIH5w&feature{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments