NAPOLI – Quando la pezza è peggio del buco.

Giuseppe Cruciani prova a ritornare sui suoi passi o quanto meno l’aveva pensato ma la voglia di dire la sua sempre in maniera provocatoria è più forte anche della necessità, della voglia di chiedere scusa.

Nell’ultima apparizione radio televisiva il conduttore ha indossato la maglia del Napoli di Maradona e ha affermato: ” Lo adoravo come calciatore, mai detto che non si poteva piangere per lui. La frase del cocainomane che mi è stata attribuita non l’ho mai pronunciata, era solo una sorta di sketch radiofonico”.

Ma poi nemmeno il tempo di cucire una toppa che Cruciani rincara la dose approvando le parole di Antonio Cabrini e affermando che l’ambiente di Napoli sia stato sempre deleterio per Diego: “Se fosse stato alla Juve Maradona sarebbe ancora vivo. Credo che sia la realtà. Non mi pare una stupidaggine quella di Cabrini. Chiaramente non si può dire col senno di poi, ma la frase di Cabrini mi sembra realtà. Sicuramente in un ambiente differente sarebbe stato diverso…”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments