Osimhen trascina il Napoli in zona scudetto (VIDEO)

0

Il Napoli e Osimhen si rilanciano per la corsa scudetto. Ieri la Bentegodi battuto il Verona 2-1 con una doppietta del nigeriano.

“E’ stata una grande rispota della squadra”. Victor Osimhen protagonista con una splendida doppietta a Verona.

“Sono felice per i gol e ringrazio i miei compagni per avermi assistito sempre. Mi sto allenando tanto e cerco sempre di sfruttare i cross che mi fanno gli esterni che sono molto bravi”.

“Dopo l’amarezza di domenica scorsa col Milan oggi abbiamo dato una bellissima prova di reazione e forza. Vogliamo vincerle tutte e cercheremo di lottare per lo scudetto fino alla fine”.

Spalletti torna al 4-3-3 e lascia in panchina Insigne e Zielinsky, trovando la giusta quadratura del centrocampo.

Con Anguissa, Lobotka e Fabian Ruiz, il Napoli imbriglia e doma il Verona, colpendolo due volte con l’attaccante nigeriano.

SPALLETTI NEL POST GARA

“Una vittoria di carattere, forza e sacrificio”. Luciano Spalletti commenta il successo azzurro al Bentegodi.

“Venivamo da una settimana difficile e pesante dopo la sconfitta col Milan. Oggi abbiamo tirato fuori sia capacità che qualità. Se riusciamo a mantenere questo livello possiamo inserirci ancora nel discorso di vertice”.

“Poterci giocare lo scudetto sarebbe una gioia immensa per i nostri tifosi che, nonostante la delusione di domenica, ci hanno seguiti anche oggi al Bentegodi”

“Battere il Verona è molto complicato perchè Tudor ha messo su una squadra molto abile e quasi perfetta in alcuni movimenti. Aver vinto oggi qui è un bel segnale dei miei ragazzi. Hanno saputo guadagnarsi il successo con grande carattere”

Sulla doppietta di Osimhen: “Victor è un calciatore top con ancora margini di crescita, può miglioare come tecnica e come distanza dagli avversari. Di certo ha una generosità enorme e si mette a disposizione al di là dei gol segnati”.

Lo striscione dei tifosi del Verona con le coordinate di Napoli rivolte alla Russia e all’Ucraina diventa un caso politico.

Un gesto che ha sollevato reazioni unanimi di condanna, definito “vergognoso e ripugnante” dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, “grave e ingiustificabile” dal leader della Lega, Matteo Salvini, respinto con forza dall’ad della Lega Serie A, Luigi De Siervo, e anche dal club gialloblù.

Il sindaco scaligero, Federico Sboarina (Fdi), si limita ad ammonire a non ironizzare sulla guerra: “Lo striscione esposto non ha il sapore della goliardia perché tira in ballo una tragedia su cui non si può scherzare”.

Tra i primi, e i più acuti, a commentare, lo scrittore Maurizio De Giovanni, che su Fb ha sottolineato “il raffinato, intelligente e geografico striscione della curva veronese, che dà ai missili russo ucraini la localizzazione dell’obiettivo. Per chi non lo sapesse, sono le coordinate della mia città.

Sempre ammirevolmente pronti a cogliere elementi di stretta attualità per rinnovare la propria profonda idiozia razzista.

Solo per farci capire con un plastico esempio a che punto può arrivare l’imbecillità (sub) umana, e come, in un cervello troppo angusto possano mescolarsi cose molto serie e fesserie”, conclude De Giovanni.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments