NAPOLI (fonte sscn.it)– “Il Napoli ha fatto una prestazione straordinaria, ma abbiamo precise responsabilità se non riusciamo a chiudere partite dominate”. Maurizio Sarri vede le due facce di questo pareggio al San Paolo. Napoli che comanda la partita, però non riesce a conquistare i tre punti meritati.

“Per me questa è stata una delle gare più belle giocate dalla squadra da quando sono qui. Però dall’altro lato va detto che nonostante l’espressione di gioco notevole e brillante, poi gare così vanno vinte con cattiveria agonistica e determinazione” “Probabilmente la sensazione di avere la sfida sotto controllo ci ha tolto un po’ di concentrazione, ma non può essere questa una motivazione plausibile perchè significa che non abbiamo la necessaria maturità” “Sembriamo una squadra adolescente con sbalzi di entusiasmo ed ingenuità nell’attenzione in campo. Dobbiamo diventare una squadra adulta perchè io credo che difficilmente potremmo giocare tutte le partita con una prestazione straordinaria come quella di stasera”. Ha segnato Defrel accostato spesso al merrcato del Napoli di gennaio: “Del mercato non mi interessa nulla, è un argomento che mi annoia. Defrel ha fatto un gol bellissimo su cui la nostra linea difensiva ha poca colpa. Forse eravamo un metro più larghi tra i due centrali, ma lui è stato bravissimo ad infilarsi e colpire a rete”. “Però il discorso non è sul gol, ma sulla nostra mentalità. Oggi abbiamo gioacto su livelli altissimi, ma dovevamo fare qualsiasi cosa per portare a casa i 3 punti. Se non ci siamo riusciti è colpa nostra e non possiamo parlare solo di sfortuna…”.Il Napoli per il  Progetto Tutoring. Prima del match contro il Sassuolo  il San Paolo ha ospitato i ragazzi delle squadre vincitrici del Torneo Diocesano organizzato dalla Fondazione Fare Chiesa e Città dell’Arcidiocesi di Napoli e dalla Società Sportiva Calcio Napoli. Una iniziativa, giunta al terzo anno, che ha coinvolto oltre 2000 giovani, ospiti sugli spalti dello stadio.Il Cardinale Crescenzio Sepe ha  premiato sul terreno di gioco i capitani delle squadre vincitrici dando vita alla cerimonia celebrativa del torneo che ha chiuso tra entusiasmo ed emozione il Progetto Tutoring.Alla cerimonia di premiazione ha partecipato anche Dries Mertens che ha donato al Cardinale Sepe un pallone autografato da tutta la squadra azzurra ed una maglia personalizzata.Progetto Tutoring è una iniziativa di natura pedagogica e formativa che ha contribuito a creare condivisione ed aggregazione per i ragazzi più svantaggiati socialmente al fine di aiutare i giovani ad allontanarsi da contesti di rischio e degrado per avvicinarsi a nuovi scenari attraverso i valori dello sport. 

{youtube}WEmWOlzMwbs{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments