Napoli, uomo ucciso con tre coltellate al cuore (VIDEO)

    0

    NAPOLI – E’ morto con tre coltellate al cuore Salvatore Attanasio, 42enne già noto alle forze dell’ordine, giunto in disperate condizioni all’ospedale dei Pellegrini di Napoli dove è spirato a causa della gravità delle ferite.

    Una dinamica tutta da ricostruire e sulla quale sta lavorando la Squadra Mobile di Napoli, quella che ha portato all’omicidio avvenuto in via Manso nella zona delle cosiddette Case Nuove.

    Centro storico di Napoli, area in cui la criminalità e la microcriminalità operano quotidianamente in un contesto di degrado sociale ed economico che fa da scenario a numerosi fatti di sangue.

    Attanasio, secondo la prima ricostruzione, stava percorrendo la stradina a bordo del suo scooter, poi rinvenuto dagli agenti della Polizia di Stato.

    A metà del piccolo budello stradale sarebbe stato assaltato con una modalità che lascia adito a più di un’ipotesi.

    Forse una rapina finita male o anche un incontro con qualcuno che lo conosceva ed aveva motivi di astio e risentimento.

    Sono 14 le coltellate che hanno raggiunto l’uomo, tre delle quali al cuore, altre al torace e alle gambe, che non gli hanno lasciato scampo.

    Gli omicidi di questo tipo fanno pensare a questioni di natura passionale. Uccidere con un coltello e con quella ferocia fa immaginare una premeditazione.

    C’è da dire che Attanasio fu arrestato con l’accusa di essere responsabile dell’omicidio di Salvatore Rispoli, ribattezzato omicidio di Halloween.

    Alcuni collaboratori di giustizia lo indicavano tra gli esecutori. Ma nel febbraio del 2019 venne scagionato dal Riesame per insussistenza di gravi indizi di colpevolezza.

    Le indagini si stanno sviluppando tra i conoscenti e le persone della famiglia, per ricostruire gli ultimi istanti di vita di Attanasio.

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments