NAPOLI – Con l’evento “Cibo e Racconti”, in programma martedì 7 dicembre ore 19 a Palazzo Petrucci, prende il via FoodArtish, un intenso e stimolante ciclo di appuntamenti organizzato dalla casa editrice e agenzia di comunicazione MALVAROSA per discutere di tutto ciò che fa tendenza, partendo dalla tavola, ovviamente.
Pizzaioli, chef e giornalisti, ma anche scrittori, esperti di moda e registi, influencer e docenti, storici della gastronomia e medici si incontreranno a Napoli in location esclusive e non convenzionali per affrontare le tematiche più scottanti del mondo food, ma anche le tendenze e le news del momento. con l’obiettivo di creare un nuovo modo di affrontare i temi legati alla cultura gastronomica.
Ormai il cibo appartiene al novero degli argomenti più dibattuti, ed è opinione di Malvarosa che sia a questo punto necessario un salto di qualità, un approccio che faccia convergere intorno alla questione food sempre maggiori competenze. Quelle gastronomiche innanzitutto, ma anche culturali, artistiche, scientifiche. Perché il cibo, componente fondamentale della vita di ciascuno, racchiude la chimica degli alimenti, ma anche l’arte di saperli coniugare, la cultura dei popoli, i progressi della ricerca. Ed è per parlare di tutto questo che nasce FoodArtish. Per fare di ogni appuntamento un momento non solo conviviale ma anche di crescita e arricchimento. E per dare al food una dimensione nuova: più alta e più profonda.
All’appuntamento inaugurale del 7 dicembre parteciperanno lo scrittore Maurizio De Giovanni, la giornalista e scrittrice Santa Di Salvo, la studiosa di tradizioni gastronomiche Lejla Mancusi Sorrentino, gli chef Lino Scarallo, Mario Avallone e Salvatore Bianco, il pizzaiolo Gino Sorbillo e Alessandro Condurro di “Michele in the World”.
Moderato dal giornalista e gastronomo Luciano Pignataro, l’evento “Cibo e Racconti” sarà un focus sulla tradizione napoletana in cucina attraverso le storie narrate dai protagonisti. Che si confronteranno su antiche ricette nate dalla cucina popolare e tramandate di generazione in generazione.
Al termine del dibattito, ai presenti sarà offerta una selezione dei migliori piatti preparati dallo chef di Palazzo Petrucci, Lino Scarallo, e una selezione di vini messi offerti dall’azienda vinicola La Guardiense.
Dettaglio degli interventi
– Maurizio De Giovanni racconterà i piatti del commissario Loiacono e di Rosa, la tata di Ricciardi.
– Lejla Mancusi Sorrentino parlerà della famosa minestra maritata e di come questo antico piatto della tradizione a base di verdure sia arrivato fino ai giorni nostri.
– Santa Di Salvo si soffermerà sul filo conduttore che lega il cibo con la letteratura gialla.
– Lino Scarallo descriverà le ricette storiche della tradizione napoletana, rivisitate in chiave moderna.
– Mario Avallone, da sempre attento conoscitore dei migliori prodotti della tradizione campana, spazierà a 360 gradi sul tema della serata.
– Salvatore Bianco parlerà della ricerca dei prodotti tradizionali abbandonati dalla filiera e rivisitati in chiave moderna, con l’utilizzo di nuove e avanzate tecniche.
– Il pizzaiolo napoletano, Gino Sorbillo, parlerà di come si sono evolute nel tempo le tecniche di preparazione della pizza.
– Alessandro Condurro, di Michele in the World, farà un focus sulla storia della pizza, dall’antichità fino ad oggi.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments