duetti_di_pizza

NAPOLI (di Fosca Tortorelli)- Emozione e stupore per Pierluigi Police, napoletano in Toscana, che per un giorno ha fatto ritorno in patria per diventare complice di una serata stimolante e coinvolgente, protagonista del primo ciclo “Incontri di pizza”, organizzato in collaborazione con Laura Gambacorta e ospite della pizzeria Franco.

Una serata che, come più volte Pierluigi stesso ha sottolineato, si è rivelata estremamente entusiasmante e appassionata, e che gli ha dato modo di ricordare e raccontare ai presenti il percorso che ha affrontato da autodidatta e che lo hanno portato a diventare pizzaiolo e conquistare, nella sua pizzeria ‘O Scugnizzo di Arezzo, i 3 Spicchi della guida Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso.Ma veniamo al dettaglio della serata, durante la quale il patron-pizzaiolo Franco Gallifuoco, si è alternato con Pierluigi nella preparazione e presentazione di tipologie diverse di pizze e non solo.I due brillanti pizzaioli hanno spaziato tra specialità campane e toscane; la Costiera di Franco Gallifuoco, è stata la prima pizza servita, farcita con una marmellata dolce di limoni, fior di latte, alici fresche, basilico, zeste di limone e peperoncino, una pizza estiva dove i diversi ingredienti se presi insieme creavano un perfetto gioco di equilibrio tra le varie componenti. Seguita a ruota dalla Mediterranea, stavolta firmata da Pierluigi, caratterizzata da una delicatissima crema di aglio dolce, pesto di origano fresco, acciughe di Cetara, passata di pomodoro datterino e pomodorino confit, una sorta di Marinara gestita in modo innovativo, dove si è giocato su consistenze diverse.Prima di passare all’ultima pizza pensata per la serata, è stata presentata una ulteriore novità, quella del percorso “salvavita”, recentemente introdotto da Franco Gallifuoco nel suo menù estivo, che consiste nell’inserimento di diverse ricette presenti nel libro la “Cucina Salvavita”. Pubblicazione redatta e curata dall’oncologo Cesare Gridelli insieme alla giornalista de “Il Mattino” Santa Di Salvo, quest’ultima presente in sala e che ha raccontato in modo veloce e incisivo il messaggio che si è voluto dare, sottolineando che coniugare gusto e salute è più facile di quello che si pensi. A dimostrazione delle sue parole, Franco si è cimentato in una delle tante ricette presenti, proponendo delle Barchette di melanzane al forno alla puttanesca, dove la melanzana ha ospitato al suo interno degli spaghetti conditi con pomodorini olive e capperi.Si è poi ritornati alla pizza, con la Toscana, dove Police ha messo in luce tutta la matrice e la territorialità toscana acquisita negli anni. Una pizza, farcita con una crema di pecorino di Pienza, fave, sopressata di “Grigio del Casentino” e cipolla in agrodolce, una pizza dal carattere deciso.Tutte le appetitose preparazioni, sono state perfettamente accompagnate dalle birre artigianali umbre San Biagio, alternando le diverse tipologie.La chiusura della serata non poteva che essere al femminile; protagonista del dessert è stata la maestra gelatiera Pina Molitierno di Vanilla Ice Lab di Caserta, che ispirata dal concetto “salutista”, del libro presentato e dal nuovo “Menù salvavita”, si è ingegnata e ha proposto un sorbetto tutto green, composto da finocchio, kiwi, spinaci e menta. Un sorbetto goloso per la vista e per il palato, impossibile resistere senza chiedere il bis.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments