NAPOLI – Sono dieci ragazzi, giovanissimi, adolescenti e universitari, i figli di uomini delle Forze dell’Ordine (Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza) che oggi hanno ricevuto un aiuto per proseguire gli studi dal Rotary Club. Sono loro i destinatari delle borse di studio istituite nell’ambito della VI edizione del progetto “Rotary per le Forze dell’Ordine”. La consegna questa mattina, nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino di Napoli, alla presenza delle autorità.

Ideato e promosso dal Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo, con il Presidente Mario Schiano, e dal Rotary Club Napoli Parthenope, con il Presidente Umberto Maria Patroni Griffi, “Rotary per le Forze dell’Ordine” il progetto è nato con l’obiettivo di sostenere concretamente nel proseguimento degli studi, 10 giovani orfani di appartenenti alle Forze dell’Ordine deceduti in servizio, ma non per causa di servizio, che non godono quindi delle indennità previste per le Vittime del dovere.

“Dieci borse di studio da 1.500 euro testimoniano la grande volontà dei 74 club di essere vicini alle istituzioni, attraverso progettualità condivise, che possano perpetuarsi nel tempo, ha dichiarato Ugo Oliviero governatore del Distretto Rotary 2101. Un grande impegno che incontra la soddisfazione delle forze dell’ordine a tal punto che dal prossimo anno ci hanno chiesto di aumentare il numero delle borse portandole a 12”.

Questa edizione, coordinata dai Past President Alfredo Ruosi e Laura Giordano, è stata indirizzata alla Polizia di Stato, all’Arma dei Carabinieri ed al Corpo della Guardia di Finanza e ha visto la partnership di UniCredit.

“Il progetto si prefigge di rappresentare la vicinanza del Rotary e della cittadinanza alle forze dell’ordine, storicamente vicine e sempre impegnate alla difesa del nostro territorio, ha spiegato Alfredo Ruosi, responsabile progetto per il Rotary Castel dell’Ovo. Anche quest’anno abbiamo ricevuto la gratitudine delle Forze dell’Ordine e, anche per rispondere alle loro sollecitazioni, proveremo dalla prossima edizione ad aumentare il numero delle borse di studio”.

L’iniziativa dei 80 Club del Distretto 2101 in Campania è, dunque, l’esempio tangibile del ruolo che il Rotary svolge nel sociale. Una rete globale di professionisti che si impegna nel servizio umanitario e da sempre promuove azioni concrete a sostegno delle comunità locali.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments