NAPOLI – «Al termine della riunione avuta con la Prefettura e con l’ASL Napoli 1 Centro abbiamo responsabilmente deciso di sospendere lo stato di agitazione, ci aspettiamo però una celere convocazione per discutere dell’approvazione di un accordo aziendale che ormai manca da anni». Così *Gabriele Peperoni*, vice presidente nazionale del SUMAI, annuncia la sospensione dello stato di agitazione sindacale proclamato la scorsa settimana a causa dei grandi disagi vissuti proprio dai medici della Specialistica ambulatoriale convenzionati con la Napoli 1 Centro.
Oltre a Gabriele Peperoni e Luigi Sodano (SUMAI), alla riunione di oggi hanno preso parte il dottor Annunziata (in vece del Prefetto di Napoli) e il direttore generale Verdoliva per la ASL Napoli 1.
Se la goccia che ha fatto traboccare il vaso è il tema dell’assenza di una definizione della problematica dei rimborsi previsti dagli Accordi nazionali e regionali (questione che ha portato alla revoca della disponibilità da parte degli specialisti all’uso del mezzo proprio per l’effettuazione delle attività esterne), ben più profondo è il disagio vissuto dagli specialisti ambulatoriali per la mancanza di un accordo aziendale con l’ASL Napoli 1 Centro. «La questione è tutt’altro che risolta – dice Peperoni – ma siamo fiduciosi che l’azienda scelga la strada del dialogo, garantendo agli specialisti ambulatoriali i loro diritti».

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments