NA_INC

NAPOLI – “Nonostante le migliaia di segnalazioni, Facebook continua a tenere aperta la pagina “Napoletani popolo indegno e incivile” che offende le vittime della terra dei fuochi e le loro famiglie in modo indegno”.

A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione Terra dei fuochi, e Gianni Simioli de La radiazza, per i quali “è assurdo che Facebook, che arrivò a censurare i post relativi a una mostra di nudi, lasci aperta una pagina offensiva verso Napoli e i napoletani permettendo immediate emulazioni”.“Nelle ultime ore, infatti, sta prendendo spazio anche un’altra pagina, “Napolincivile”, che si rifà allo stesso squallido tema puntando sulla “dissonanza cognitiva dei napoletani” e per la quale abbiamo chiesto la chiusura immediata augurandoci che i responsabili dei contenuti di Facebook non continuino a tenerle aperte” hanno aggiunto Borrelli e Simioli ribadendo “la richiesta di intervento alla polizia postale affinché identifichi i creatori di queste due pagine indegne e quanti hanno postato foto o commenti altrettanto indegni perché non si può continuare a far finta di niente”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments