mcl

NAPOLI – “I giovani sono il presente e non solo il futuro è per questo motivo vogliamo essere protagonisti in questa consultazione”, ha dichiarato Maria Pangaro, delegata nazionale giovani Mcl. “Il risultato del referendum inciderà sul futuro immediato della nostra società e, dunque, in primo luogo sui nostri giovani.

Ed è per questo motivo che abbiamo lanciato questa iniziativa per informare, discutere e per invitarli soprattutto a partecipare, ad andare alle urne. La formazione dei lavoratori di domani è per noi centrale per un sano sviluppo della società. L’incontro sul referendum tende, appunto, a sensibilizzare i giovani ad esercitare il diritto di voto quale espressione della democrazia diretta”. Lo ha dichiarato il presidente regionale della Campania del Movimento Cristiano Lavoratori Maria Rosaria Pilla seguendo le indicazioni del presidente nazionale Carlo Costalli, il quale ha lanciato una campagna di formazione e informazione dei lavoratori, dei giovani e delle famiglie e a tale scopo si stanno promuovendo in tutta Italia occasioni di incontro sul prossimo referendum. Anche il Movimento cristiano lavoratori della Campania darà il suo contributo con uno spazio interamente dedicato ai giovani e ai dirigenti del MCL che ne fanno parte a cominciare proprio dal dibattito che si è svolto oggi a Napoli al quale hanno partecipato tra gli altri Marcello Feola, docente di Diritto pubblico UNISA e Pietro Giubilo, vicepresidente Fondazione italiana europea popolare.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments