borrelli

NAPOLI – “Gli albi e gli ordini professionali a cui appartengono devono cancellare dai loro elenchi le persone coinvolte nell’inchiesta sulle truffe alle assicurazioni”.

A chiederlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “avvocati, agenti assicurativi e periti che hanno partecipato a quella che appare come una vera e propria associazione a delinquere non possono tornare a svolgere quelle stesse professioni anche se sconteranno la pena a cui giustamente saranno condannati se le accuse saranno confermate nei processi”.

“Purtroppo truffe del genere alimentano le differenziazioni delle tariffe applicate dalle compagnie assicurative che continuano a penalizzare i meridionali e i campani in particolare, compresi gli automobilisti virtuosi” ha aggiunto Borrelli per il quale “è necessario pensare anche a un inasprimento delle pene per chi si rende colpevole di truffe del genere che portano conseguenze negative per tutti gli automobilisti meridionali costretti a pagare di più rispetto a chi vive al Nord e al Centro”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments