NAPOLI – Il Movimento demA accoglie con preoccupazione le dichiarazioni rese a Napoli da parte del Console dell’Ucraina perché si vieti “alla luce della strage di Bucha lo spettacolo di danza con interpreti russi e ucraini”, previsto in serata al Teatro San Carlo.

Lo scrive in una nota Salvatore Pace, portavoce della segreteria cittadina del movimento demA

Di fronte all’immane tragedia della guerra e all’orrore del barbaro massacro di civili, è invece necessario ogni sforzo, ogni azione perché ci si risvegli dal sonno di una ragione ottenebrata dall’odio e dagli interessi dei governi in guerra e che i popoli, le persone, si riapproprino della loro umanità e si risvegli nelle menti e nei cuori la Pace come unica soluzione delle tensioni e dei confitti.

L’arte ha questo potere: il potere di unire le persone, di riconnetterci alla nostra umanità e restituirci alla realtà delle cose e tenere viva la speranza e preparare la strada alla Pace.

Solidarietà agli artisti, alle donne e agli uomini che hanno il coraggio – nella tragedia – di esprimere con i fatti che i nazionalismi ciechi e gli interessi geopolitici non rappresentano l’umanità e che, anzi, l’hanno portata nel baratro della guerra, ad un passo dall’utilizzo di armi nucleari.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments