VICO EQUENSE – Il maltempo mette a nudo tutte le fragilità e le criticità del territorio napoletano. Il nubifragio che si è abbattuto in Campania negli scorsi giorni ha messo in ginocchio diverse località con disagi ed allagamenti.

A Vico Equense la pioggia battente ha fatto sì che l’acqua del Rivo d’Arco si riempissero di liquami e rifiuti vari per poi finire a mare. La denuncia arriva dalla Pagina Facebook “Aequa News – Vico Equense”, segnalata poi dai cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

“C’è stata giusto mezz’ora di pioggia intensa e succede questo. Come mai? Qualcuno sversa i pozzi ed i residui lavorati nel rivo? Come può uscire tutta questa schifezza? Perché ogni volta dopo un po’ di pioggia dobbiamo assistere a questo scempio? Ora basta, insistiamo nel chiedere più controlli!!!”- si legge nel post della sopracitata pagina.

“Per esperienza vissuta penso bisogni intensificare i controlli nelle aree collinari dove è verosimile che, lontano da occhi vigili, possano verificarsi sversamenti illeciti che si accumulano negli alvei, sedimentano o stagnano. Basta una pioggia e tutto purtroppo viene trascinato a mare.”- è il commento di Antonino Esposito, responsabile di Europa Verde della Penisola Sorrentina.

“Abbiamo allertato Arpac e chiesto di monitorare la situazione di dar vita a delle verifiche per capire di che tipi di sversamenti si tratti e da dove provengano. Serve massima attenzione sulla condizione dei nostri corsi d’acque e sui mari, è in gioco la salute dell’ambiente e l’economia del territorio, per cui servono controlli continui e modifiche alle nostra strutture ed infrastrutture perché una semplice pioggia non può provocare disastri ogni volta.”- sono state le parole di Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments