SOMMA VESUVIANA – “Essere riusciti a portare la tradizionale maratona podistica di Telethon in provincia ed in particolare ai piedi del Monte Somma, testimonianza dell’antichità, non rappresenta la vittoria di due città ma la vittoria di un intero territorio. Ben 500 atleti Domenica 26 Settembre correranno per la ricerca scientifica e Somma Vesuviana, Sant’Anastasia, i loro vicoli, le loro strade e piazze, saranno veramente villaggio sportivo per la solidarietà. Questo è storytelling, narrazione e valorizzazione del patromonio naturalistico e storico attraverso la solidarietà e lo sport. Lungo i 10 Km di percorso, gli atleti con il loro passo racconteranno questo territorio distante circa 20 Km da Napoli, città ospitante lo scorso anno. Dunque l’arrivo della Maratona podistica di Telethon da noi è testimonianza dell’attenzione che in questo momento c’è su questa zona interna poco distante dal lungomare di Napoli, ricca di monumenti importanti come la Villa Augustea, il Complesso Monumentale di Santa Maria del Pozzo e poi ancora musei e Borgo Antico, poco distante dai siti archeologici di Pompei, Ercolano, Oplontis e dalle Ville di Stabia. Un successo, quello dell’arrivo dell’importante maratona podistica di Telethon, possibile grazie al lavoro del Coordinatore Telethon di Napoli e provincia, Tancredi Cimmino, al Presidente del Comitato Promotore, Francesco Lettieri e alla sinergia tra due Enti Comunali come quelli di Somma Vesuviana e Sant’Anastasia. Sarà una giornata di sport e vedere Somma come grande villaggio dello sport per la solidarietà credo che sia un segno di presenza forte delle istituzioni sul territorio”. Lo ha affermato Sergio D’Avino, Assessore allo Sport del Comune di Somma Vesuviana, alla vigilia due città. La tradizionale maratona che si svolgeva a Napoli, nell’ambito degli eventi di Telethon, questa volta sarà lungo il territorio vesuviano. Domenica 26 Settembre, Somma Vesuviana e Sant’Anastasia saranno un grande villaggio dello sport per la ricerca scientifica.

Partenza e arrivo con i due sindaci: Salvatore Di Sarno (Somma Vesuviana) e Carmine Esposito (Sant’Anastasia).

“Una squadra di runner – ha dichiarato Tancredi Cimmino, Coordinatore Telethon Napoli e provincia – che percorre 10 km tra le Città di Somma Vesuviana e Sant’Anastasia unita dalla convinzione che tutti, anche chi è affetto da una malattia genetica rara, abbia il diritto di raggiungere i principali traguardi della vita.

Una grande gara sportiva e abbiamo coinvolto due città podistiche a correre per Telethon e con Telethon. L’obiettivo è quello di raggiungere i 50.000 euro e siamo ad un passo. Ci sarà l’Esercito, ci sarà la Fanfara dell’Arma dei Carabinieri in memoria di Mario Cerciello Rega”.

Sono ben 6000 le malattie genetiche e l’impegno di Telethon è costante anche all’estero.

“Le malattie genetiche sono circa 6000 e Telethon ci prova con costanza nel tentativo di trovare, grazie alla ricerca, le cure giuste. Siamo in prima linea da più 30 anni – ha concluso Tancredi – e la Fondazione Telethon ogni giorno con i suoi Istituti, i suoi ricercatori, c’è ogni giorno. Al Tigem di Pozzuoli e al Tigem di Milano lavorano quotidianamente per salvare la vita a bambini, giovani, adulti e lo fanno senza sosta per dare una speranza ed una luce a tutte le persone che magari avrebbero vissuto in un tunnel buio. Noi ci proviamo ma abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti”.

Somma Vesuviana e Sant’Anastasia, Domenica 26 Settembre, dalle ore 9, saranno un vero villaggio dello sport, dell’umanità, per la ricerca scientifica.

Nelle prossime ore potranno essere comunicati ulteriori dettagli sul percorso, l’arrivo, la partenza che comunque sarà alle ore 9 e le postazioni stampa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments