https://www.bccnapoli.it" target="_blank">
Home Sport Al via il secondo “Rodeo Capri Watch Open”

Al via il secondo “Rodeo Capri Watch Open”

0
Al via il secondo “Rodeo Capri Watch Open”

NAPOLI – Al via il secondo appuntamento con il “Rodeo Capri Watch Open”, la novità tennistica di inizio 2019, diventato l’evento più atteso del calendario di questi mesi invernali.

Il torneo si svolgerà nella prestigiosa location sportiva dell’Accademia Tennis Napoli, e le gare si disputeranno sui campi in terra rossa indoor ed outdoor, i punti per la classifica FIT valgono al 100%.

Al torneo si sono iscritti tennisti di varie categorie e tra questi un nutrito drappello di allievi della scuola del Tennis Club Capri.

La gara vanta un montepremi di 500 euro per i primi classificati nel torneo maschile e femminile insieme all’orologio Capri Watch, che raffigura sul quadrante un campo da tennis, creato dal patron Silvio Staiano. Il Capri Watch da anni è diventato l’orologio ufficiale della Federtennis ed è portato al polso dai più forti tennisti italiani e del circuito mondiale.

La seconda tappa del Rodeo 2019 è fissata per il prossimo fine settimana. Da venerdì a domenica gareggeranno presso l’Accademia Tennis di Agnano, tennisti campani e giocatori di terza e quarta categoria che parteciperanno con i tabelloni di qualificazione di Quarta, di Terza e poi il main draw finale per i “Seconda”.

Grande attesa dunque per la seconda fase, che ha già visto nella prima gara disputata, due settimane fa, oltre 120 iscritti, tra i quali alcuni dei migliori seconda categoria della Campania.

I titoli sono andati a Gianmarco Cacace, promosso quest’anno in A1 con il TC Vomero, ed a Veronica Del Piano, due tennisti tra i più esperti e quotati “seconda” di livello nazionale.

Grande entusiasmo tra i giocatori, gli sportivi e dal CEO di Capri Watch Silvio Staiano, che guardano con ottimismo allo sviluppo del tennis in Campania ed al pubblico che affolla i rinnovati campi indoor dell’Accademia Tennis di Agnano, sotto la guida del presidente Mauro Sarnella e del direttore generale Aldo Russo.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami