Giusy_Astarita

ARZANO – Si rimette in moto la Luvo Barattoli Arzano che vince lo scontro diretto con la Planet Strano Pedara e compie un importante passo avanti in classifica ma soprattutto verso la serenità. Pomeriggio in linea con in resto della stagione per cui non sono mancate le avversità, a cominciare da quella meteorologica che ha fatto spostare la sede dell’incontro dal Palazzetto all’Istituto Professionale, così come avvenuto già in occasione della gara con la Fiamma Torrese. Sede scelta in quando la palestra di piazza Dei Martiri offriva problemi di visibilità.

“Recuperare Campolo e poter impiegare Pichierri dal primo punto ci ha consentito di prendere le misure su di una avversaria abbordabile e mettere giù le palle necessarie a vincere l’incontro. Il gruppo ha risposto molto bene a cominciare da Astarita che si è caricata sulle spalle l’onore di portare avanti nel migliore dei modi questo incontro” commenta a fine partita coach Paolo Collavini.

Il primo set della partita si apre con una schiacciata di Ludovica Montesi che fa comprendere che il Pedara non è di certo venuto in gita ad Arzano.  Le sue squadre si equivalgono sul piano dell’impegno, mentre quella di casa mostra qualcosa in più su quello della concentrazione. Il primo break arriva sul punteggio di 4 pari e consente a Coppola e compagne di allungare il passo prima sul punteggio di  8-4 e poi 16-11. Giusy Astarita e Ludovica Montesi le più incisive. Il set finisce con il punteggio di 25-18.

Cala ulteriormente la Planet Strano nel secondo set. Un avvio addirittura in vantaggio (5-8) prima di subire il ritorno del team di Collavini. Passante dà il suo contributo mettendo a terra quattro palloni importanti, l’ultimo dei quali è l’aces che ha chiuso il parziale. In meno di venti minuti la squadra di Voluttoso si impone col punteggio di 25-15.

Il solco del match è bello che tracciato. “Quando si gioca così male c’è poco da commentare”  tuona furioso a fine match coach Francesco Andaloro. La rabbia è alta ed il merito (o la colpa) è tutta delle ragazze arzanesi che nel colpo del terzo parziale non fa toccare palla al sestetto siciliano. Cala il sipario su di un 2017 davvero difficile, si ricomincia il dieci gennaio a Roma.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments