NAPOLI – Torna, dopo la forzata sospensione di tutte le attività per la pandemia, la LAMPADEDROMIA NEAPOLITANA, il più antico evento sportivo di Neàpolis, in onore di Partenope, svoltosi fin dalle origini della città. Nel V secolo a.C. tale rito fu consolidato dal navarca ateniese Diotimo, e la Lampadedromia Neapolitana – una staffetta con le fiaccole che si concludeva dinanzi al cenotafio di Partenope, presso l’attuale Castel dell’Ovo – divenne una tra le più note nel Mediterraneo.

AMARTEA, già ideatrice e realizzatrice degli Isolympia – Giochi Isolimpici Partenopei, ha recuperato questa antica corsa e la ripropone in un itinerario suggestivo tra storia, mare e testimonianze archeologiche.

L’Evento, col patrocinio e l’attiva collaborazione dei Comuni di Pozzuoli e di Napoli e del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, è organizzato in collaborazione con la società sportiva NAPOLI UNITED e l’associazione I SEDILI DI NAPOLI e rientra in un vasto progetto internazionale, che coinvolge una rete di associazioni cittadine, delle regioni della Magna Grecia e della Grecia, in nome delle comuni origini elleniche, che sono alla radice della civiltà occidentale.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments