comune-san-giorgio-a-cremano-2-960x600

SAN GIORGIO A CREMANO – E’ giallo dietro la morte di un vigile urbano di 30 anni rinvenuto cadavere, da un automobilista di passaggio, questa mattina in via Siani ai confini tra il comune di San Giorgio a Cremano e Portici.

La vittima era riversa nell’abitacolo della propria autovettura senza vita. Non sono ancora chiare le cause della morte ma dalle prime ispezioni autoptiche dovrebbe trattarsi di suicidio.

Appresa la notizia della tragedia ai danni di un giovane agente di Polizia Municipale di San Giorgio a Cremano, il Sindaco Giorgio Zinno e il Comandante della Polizia Municipale Gabriele Ruppi, hanno espresso cordoglio alla famiglia, nel pieno rispettando del momento doloroso che stanno provando genitori e familiari.

“Oggi è una giornata molto triste per la nostra città – ha detto il sindaco Giorgio Zinno e la famiglia del Comune oggi è più povera. Un giovane agente di polizia municipale, ragazzo straordinario e gran lavoratore, non c’è più. Era un ragazzo volenteroso, estremamente operativo; un professionista rigoroso ed una bella persona conosciuta pochi anni fa. Il suo lavoro era anche la sua passione e ha onorato la divisa che indossava ogni giorno con la ricerca dell’aiuto al prossimo. Anche lui nel periodo della quarantena ha dedicato il suo tempo per tutelare tutti noi. Oggi dobbiamo salutare purtroppo un gran buon ragazzo che lascerà un vuoto nella nostra comunità. A nome dell’amministrazione comunale e dell’intera collettività e a titolo personale mi stringo idealmente alla famiglia e agli amici di questo valoroso giovane, che ha servito con abnegazione la nostra comunità”.

“Pasquale era una delle punte di diamante del nostro comando – ha aggiunto il Comandante Gabriele Ruppi . Un ragazzo volenteroso, estremamente operativo seppure con un carattere un pò introverso. Di certo abbiamo perso un ottimo elemento dal punto di vista professionale e una bella persona dal punto di vista umano”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments