biglietti

NAPOLI – Un aumento del 4% nella vendita dei biglietti e una crescita delle sanzioni amministrative che hanno sfondato il muro delle 25.000, grazie all’aumento del numero dei controllori messi in campo. Sono positivi i dati del 2018 di Anm sul fronte biglietti e lotta all’evasione, grazie a una serie di misure che stanno portando ad un aumento degli introiti nelle casse dell’azienda.

I dati del 2018 fanno registrare un + 4% nella vendita dei biglietti e una grande efficienza del nuovo servizio di acquisto dei titoli di viaggio a bordo dei bus, con oltre 300 mila biglietti venduti da marzo 2018 in poi. A fronte di un’evasione sulle linee bus che viaggia tra il 50% e il 60%, le linee su ferro si confermano invece le più regolari con un’evasione del biglietto bassissima: 7% per la Linea 1 della metro e tra il 2% e il 3% per le funicolari, a eccezione di quella di Mergellina che registra un’evasione del 12%. Per le linee su ferro, l’ANM fa segnare l’evasione più bassa comparata alle altre linee ferroviarie di trasporto pubblico del territorio.

A fronte dell’abbassamento del numero dei passeggeri sui bus, l’aumento degli introiti della vendita dei biglietti e l’abbassamento dell’evasione è una performance senza dubbio positiva per l’azienda. L’introito complessivo è di 48,7 milioni di euro dalla vendita dei titoli di viaggio per il 2018, con un +4% che deve tenere conto anche dell’abolizione degli abbonamenti agevolati che venivano contati tra gli introiti negli anni precedenti. Migliora anche il servizio di contravvenzione con oltre 25.253 verbali emessi per passeggeri sprovvisti di biglietto nel 2018 e 1937 oblazioni in contati frutto del potenziamento, dai 16 a 27 unità, dei controllori a bordo dei bus. “I risultati sono positivi nella nostra lotta all’evasione – spiega Nicola Pascale amministratore delegato di ANM in una nota – i risultati della vendita dei biglietti sulle linee su ferro sono davvero ottimi con l’evasione più basse dell’area metropolitana. A fronte di questo l’evasione sui bus è ancora altissima, per questo il +4% di vendite registrato nel 2018 è confortante. Ma sappiamo che dobbiamo fare di più nel servizio ma anche nel far comprendere ai cittadini l’importanza di contribuire alla crescita dell’azienda pagando il biglietto, è questa una delle leve che ci permetteranno di aumentare gli investimenti e fornire un servizio migliore”.

L’ANM ha messo in campo altre misure per agevolare il pagamento dei biglietti: dalle emettitrici automatiche (4 nuove sono state installate nell’ultimo anno e altre 50 sono in arrivo) alla vendita dei biglietti sui bus, che ha dato risultati importanti nei primi nove mesi dalla partenza del provvedimento. Nell’ultimo anno si è inoltre completata la manifestazione di interesse per l’affitto dei locali commerciali nelle strutture ANM con obbligo di vendita dei titoli di viaggio.

L’azienda si è anche impegnata a migliorare le procedure per il pagamento dei verbali che nel 2018 ha fatto registrare una percentuale del pagamento delle multe nei primi 60 giorni superiore al 35%. “Abbiamo dedicato studio e strategia alla lotta all’evasione per il servizio di trasporto pubblico – sottolinea Pascale – l’ANM si muove ormai in una situazione di pianificazione e performance che migliorano mese dopo mese. Nel 2019 le nuove azioni messe in campo ci daranno risultati ancora maggiori capaci di diminuire sensibilmente l’evasione sulle linee bus, quelle su cui si concentrano i nostri sforzi”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments