NAPOLI – Gli agenti della Polizia Locale di Napoli, Unità Operativa Chiaia, su segnalazione, si sono recati presso uno stabilimento balneare in Via Posillipo dove hanno riscontrato che era in atto un evento ricreativo privato all’aperto, organizzato da una nota società di eventi.

Durante il controllo è emerso che il titolare dello stabilimento non risultava in possesso delle autorizzazioni per la somministrazione di alimenti e bevande e, in contrasto con la normativa atta al contenimento del diffondersi del contagio epidemiologico da Covid-19, non aveva effettuato la rilevazione della temperatura corporea degli avventori all’ingresso. Allo stesso venivano contestate le sanzioni relative ad entrambe le mancanze.

Successivamente i controlli si sono spostati in Via G. Bruno dove gli Agenti hanno verbalizzato, per omesso controllo dei green pass agli avventori di una sala scommesse.

Gli Agenti della U.O. Ambientale sono poi intervenuti al corso Vittorio Emanuele a seguito della segnalazione di un cane abbandonato legato vicino ad un palo. Giunti sul posto gli Agenti hanno constatato la presenza di un cane che aveva trovato rifugio in un grosso vaso. Gli Agenti hanno appurato che si trattava di un Pitbull femmina apparentemente in buone condizioni. Contattato il presidio ospedaliero Frullone, sul posto è giunto il personale della ASL veterinaria per il prelievo del cane e il successivo ricovero al fine di verificarne lo stato di salute e l’eventuale presenza del microchip.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments