NAPOLI – Come ogni settimana pochi tamponi e pochi positivi in Campania. Il bollettino dell’unità di Crisi segnala 1626 nuovi casi di Covid a fronte di 14286 tamponi processati.

Gli asintomatici sono 1431, i sintomatici 195.

1843 i guariti 42 i deceduti di cui 18 nelle ultime 48 ore e 24 deceduti in precedenza ma registrati ieri.

Scendono i posti letto di terapia intensiva 182.

Questo il bollettino di oggi:

Positivi del giorno: 1.626
di cui:
Asintomatici: 1.431
Sintomatici: 195
Tamponi del giorno: 14.286

Totale positivi: 155.319
Totale tamponi: 1.586.159

​Deceduti: 42 (*)
Totale deceduti: 1.673

Guariti: 1.843
Totale guariti: 49.119

* 18 deceduti nelle ultime 48 ore e 24 deceduti in precedenza ma registrati ieri

​Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 182
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)
Posti letto di degenza occupati: 2.141

* Posti letto Covid e Offerta privata

“A Somma Vesuviana la curva dei contagi sembrerebbe rallentare. Purtroppo però registriamo la 15esima vittima dall’inizio della pandemia. L’intera comunità sommese è al fianco anche di questa famiglia. Negli ultimi 3 giorni abbiamo avuto 11 nuovi positivi per una situazione attuale che è la seguente: 590 positivi attivi di cui 23 ricoverati in ospedale, ma abbiamo anche 40 nuovi guariti ed altre 70 persone in sorveglianza sanitaria. Ricordo che a Somma Vesuviana, fermo restando le norme riguardanti la zona rossa, fino al 7 Dicembre resteranno chiusi gli edifici scolastici di ogni ordine e grado ma anche i circoli ludici e ricreativi. Chiuse anche la Biblioteca Comunale e Piazza Europa”. Lo ha affermato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano.

“Fino al 7 Dicembre permarrà il divieto di forme di aggregazione e riunioni al chiuso e all’aperto, anche connesse ad eventi celebrativi che si svolgano in forma di corteo e comunque non in forma statica e con postazioni fisse, le stesse sono limitate ai soli familiari congiunti. Per tutte le piccole e medie strutture di vendita è fatto obbligo di esporre all’esterno dell’esercizio, un cartello indicante il numero massimo di avventori che possono trovarsi contemporaneamente all’interno dei locali – ha continuato Di Sarno – in base alla superficie netta calpestabile, in modo da garantire il distanziamento secondo le normative vigenti. Nei condomini permane l’obbligo di sanificazione degli spazi di uso comune qualora siano accertati casi di positività al Covid 19. Si raccomanda a tutti gli esercenti di sanificare i propri locali esponendo con cadenza settimanale, all’esterno dell’attività, l’autocertificazione attestante l’avvenuta sanificazione ed i prodotti utilizzati. Per esercizi commerciali dove è previsto l’uso di carrelli, l’ordinanza prevede l’igienizzazione degli stessi e delle postazioni cassa almeno due volte al giorno. Si raccomanda agli amministratori dei condomini di provvedere, con cadenza mensile, alla sanificazione degli spazi ad uso comune, ed esporre in modo ben visibile all’ingresso, la documentazione attestante l’avvenuta sanificazione degli ambienti e la tipologia di prodotti utilizzati”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments