b186e564-7626-11e4-abb1-d8a2a6b1501a

NAPOLI– Gli agenti della Polizia Municipale hanno sequestrato ed avviato alla distruzione diversi quintali di materiale contraffatto e chincaglieria prelevata da rifiuti nel mercatino di Corso Novara gestito da rom.

I controlli sono proseguiti lungo il Corso Meridionale e nella Zona Industriale dove le ispezioni a carico delle rivendite all’ingrosso, gestite nella gran parte dei casi da cittadini cinesi, hanno portato al sequestro di circa 250 pezzi di materiale elettrico (phon, borse d’acqua calda, tester, ecc.) privi dei requisiti di sicurezza previsti dal D. Lgs. 791/1977, per un importo sanzionato di circa 4500€. Sono state anche controllate le rivendite di materiale scolastico ubicate nella zona di Poggioreale, all’interno delle quali è stata riscontrata la presenza di oggetti destinati alla didattica per minori di 14 anni quali pennarelli, astucci e paste per modellare tutti privi di marchio CEE e delle informazioni relative all’importazione come previsto dal D. Lgs. 54/2011.I responsabili delle violazioni sono stati sanzionati per un importo di 3000,00 euro mentre la merce, dopo le opportune verifiche, è stata avviata alla distruzione.Nel Centro Storico, lungo la Via Duomo, gli Agenti della U.O. TESM hanno posto in sequestro penale centinaia di occhiali, 56 borse e numerosi accessori contraffatti e riportanti i marchi delle più prestigiose griffes di moda mentre in Piazza Garibaldi è stato verbalizzato un ambulante di etnia africana che deteneva per la vendita, senza essere in possesso dell’autorizzazione prevista dalla Legge Regionale n. 1/2014, merce varia quali borselli, cappelli, oggetti di artigianato in legno quali statuette e strumenti musicali etnici per un totale di circa 800 pezzi.La merce è stata posta in sequestro amministrativo e l’ambulante è stato sanzionato con un’ammenda di 5000,00 euro.I controlli proseguiranno ad oltranza nel prossimo periodo maggiormente interessato dall’afflusso di turisti in città.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments