31432208_1950117835301303_5445046142142251008_n

SAN GIORGIO A CREMANO- Grande partecipazione questa mattina per il secondo giorno del Giorno Del Gioco, la kermesse incentrata sui bambini che la Città di San Giorgio a Cremano mette in campo ogni anno e che ha raggiunto la XIII edizione.

Centinaia di alunni della scuola primaria hanno partecipato, con grande interesse alla conferenza dal titolo “Istruzioni per l’uso”, incentrata sull’ambiente e sul rispetto del pianeta, rispecchiando in pieno il tema scelto per la kermesse di quest’anno: la Terra. L’incontro, riservato alle scuole di mattina, ma aperto al pubblico questa sera, nello scenario della Fonderia Righetti di Villa Bruno, ha riscosso un grande successo tra i più piccoli per il linguaggio semplice e accattivante che gli esperti, coadiuvati da Davide Gorla, hanno saputo esprimere grazie alla presenza di due personaggi amici dei bambini: il pianeta Gaio e il girasole Salvatore. Non uno spettacolo dunque ma una vera e propria conferenza educativa adatta ai bambini, al termine della quale si è aperto un dibattito proprio con gli studenti delle scuole, sulla condotta ambientale degli esseri umani e sugli effetti nocivi che comportano le cattive abitudini. Domani 4 maggio invece sarà la volta de “I Suoni della Terra”. Appuntamento in Villa Vannucchi alle 17.30 ( In Fonderia Righetti, in caso di avverse condizioni meteo) per condividere un altro aspetto che ci lega alla Terra e quindi ai popoli che vi abitano. Insieme a Grazia De Luca, che coordinerà l’enorme orchestra, sono chiamati a raccolta non solo i bambini, ma tutti coloro che avranno voglia di cimentarsi nel cerchio dei tamburi. Una suonata collettiva in cui ognuno può suonare strumenti tradizionali ma anche materiali di recupero, come coperchi, barattoli ecc… Durante l’evento chiunque potrà aggiungersi al Drum Circle , contribuendo a creare la più grande orchestra ritmica mai realizzata. A seguire un laboratorio ludico didattico di Danze Popolari curato da Enzo Stendardo. Tutti gli eventi sono gratuiti. “I nostri bambini stanno rispondendo bene agli eventi che ogni giorno li vedono protagonisti – spiega il sindaco Giorgio Zinno. Con il Laboratorio Città dei Bambini e delle Bambine abbiamo messo in campo iniziative innovative, creative, ancora più coinvolgenti e soprattutto educative. Come afferma il sociologo Umberto Galimberti, attento osservatore delle dinamiche che coinvolgono i giovani, istruire e formare non sono la stessa cosa. Formare non è soltanto trasferire informazioni d una mente all’altra ma implica conoscenza dell’altro, tolleranza e rispetto. E’ su questo che, come Laboratorio e quindi come amministrazione, puntiamo per rendere i nostri bambini adulti consapevoli”. D’accordo Angela Viola, assessore alle Politiche Giovanili: “Formare significa tracciare percorsi che, attraverso il gioco conducono all’incontro tra pari e adulti. E proprio gli adulti traggono un grande insegnamento, oggi più che mai inderogabile: saper “perder tempo” con i bambini”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments