sala-conservatorio-di-napoli

NAPOLI – “A soffrire il freddo per le bassissime temperature di questi giorni sono anche studenti, docenti e lavoratori del Conservatorio di Napoli dove i riscaldamenti non sono stati ancora accesi mettendo a rischio anche l’enorme patrimonio librario conservato nella biblioteca che avrebbe bisogno di avere una temperatura sempre stabile”.

A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che ha postato sul suo profilo facebook “un video in cui si vede la protesta nei confronti della direttrice del Conservatorio che, invece di dare risposte, minaccia di chiamare la polizia intimando di non registrare quanto sta succedendo”.“E’ inaccettabile che il Conservatorio di Napoli, un patrimonio culturale e storico unico al Mondo per quello che ha rappresentato e che rappresenta per la musica, sia nelle condizioni in cui è ridotto” ha aggiunto Borrelli ricordando anche “le polemiche per il docente che fa la spola tra Napoli e la Cina con evidenti conseguenze negative per la didattica”.“Ormai è evidente che qualcosa non funziona nella gestione del Conservatorio e non si può continuare a far finta di niente” ha concluso Borrelli, ricordando “le tante denunce portate avanti da Carlo Mormile, docente e rappresentante sindacale aziendale Cisl, che, già nelle scorse settimane, aveva denunciato insieme a noi la mancanza del riscaldamento e la pericolosità dei termosifoni elettrici usati da alcuni dipendenti pur di riscaldarsi”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments