arresto-carabinieri-2015

NAPOLI – Tragedia della gelosia questa mattina a Napoli al Centro Direzionale, dove un, uomo Giuseppe Antonucci, in preda a un raptus di follia ha fatto fuoco contro la ex moglie e l’attuale compagno. La sparatoria è avvenuta davanti al Tribunale di Napoli, dove ci sono uffici, sedi istituzionali ed edifici residenziali.

L’uomo dopo aver sparato è poi fuggito. La donna è stata colpita alla testa. L’uomo in sua compagnia è rimasto ferito: all’addome. Le condizioni di entrambi sono gravi. Sul posto è giunta la polizia assieme ai carabinieri. L’aggressore, di Casalnuovo, è stato bloccato grazie all’intervento di un agente che lo ha chiamato telefonicamente e convinto ad arrendersi. Antonucci avrebbe inseguito la coppia per un centinaio di metri, sparando, fino all’ingresso della stazione ferroviaria della Circumvesuviana. Secondo quanto si apprende, l’assalitore  accoltellò e uccise la moglie Loredana Esposito il 25 gennaio del 1991, 26 anni fa.Per quell’omicidio, avvenuto nel Rione Luzzatti, Antonucci venne condannato a venti anni di carcere, il 2 febbraio del 1993. Al culmine di una lite nell’abitazione della coppia Giuseppe Antonucci ferì anche il cognato e la suocera.

{youtube}RDifViUJgjE{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments