bossoli-9x21-2

NAPOLI – Quella che sta per giungere sembra che sarà una lunga estate calda di terrore a Pianura, quartiere nella periferia occidentale di Napoli. È infatti in corso una faida tra il gruppo criminale guidato da Antonio Carillo, nato dalle cenere del clan Pesce-Marfella, e quello di Antonio Calone, attivo in via Comune a Napoli e che proprio nel ex fortino dei Pesce, via Evangelista Torricelli.

Proprio in via Torricelli, zona delle case popolari, la notte tra il 15 ed il 16 giugno sono stati esplosi almeno 13 colpi d’arma da fuoco, sono appunto 13 i bossoli ritrovati per terra. Sembra che il bersaglio, secondo gli inquirenti, fosse l’edificio dove abita Vitale Perfetto, elemento di spicco del sodalizio Pesca-Marfella. Si tratterebbe quindi di un atto intimidatorio nei confronti di quel che resta dello storico clan che continua ad opera nella zona dove il gruppo di Calone gestisce una piazza di spaccio. Non si tratta infatti del primo raid avvenuto in zona, diversi se ne sono susseguiti nel corso dei mesi e degli ultimi anni.

I residenti sono ora davvero molto preoccupati e temono per la propria incolumità e di quella dei propri figli.

“Si spara in strada eppure in zona mancano le forze dell’ordine. Ci sentiamo abbandonati, chiediamo almeno un numero consistente di posti di blocco.”- spiega una rappresentanza di cittadini che si è rivolta al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

“Chiediamo al Prefetto e al Questore di monitorare con molta attenzione questa situazione, stabilendo e mettendo in campo le dovute contromisure. Non si può più tollerare che le nostre strade vengano trasformate in scenari da Far West, non si può più permettere che gli interessi economici criminali dei clan mettano in pericolo la vita delle persone. Il quartiere va presidiato fino a che non sarà ripristinata la sicurezza e la legalità.” – sono state le parole di Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments