NAPOLI – A Napoli in via Carducci nel quartiere Chiaia verso mezzanotte i Carabinieri, durante il servizio movida, sono stati avvicinati da un 14enne ferito che chiedeva auto. Il ragazzo era in compagnia della sua fidanzatina. Secondo una prima sommaria ricostruzione ancora da verificare, poco prima il 14enne sarebbe stato aggredito da un suo coetaneo nei giardinetti pubblici poco distanti. Il motivo dell’aggressione sembrerebbe essere riconducibile a delle avance fatte alla fidanzata della vittima. Il minore, affidato a sua madre, è stato visitato da personale del 118 e refertato per “trauma cranico non commotivo con flc alla regione occipite-parietale” . E’ stato portato all’ospedale Cardarelli.

“L’ultimo episodio violento con un ragazzino di 14 anni picchiato con un tirapugni per difendere la fidanzatina durante la movida è l’ennesima conferma del disastro sociale che stiamo vivendo. Le scene di tanti ragazzini tra i 10 e i 15 anni che in piena notte scorrazzano per la città ubriachi, vandalizzando il territorio e in preda a raptus di violenza sono oramai una costante. Impressionanti i fischi alle forze dell’ordine simbolo di una cultura che contrasta i tutori dell’ordine e la legalità. Le famiglie in tutto questo dove sono? Bisogna urgentemente intervenire sui genitori arrivando anche a sanzionarli duramente prima che la situazione si aggravi ulteriormente” dichiara il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments