NAPOLI – La prima sezione della Corte di Assise di Napoli (presidente Teresa Annunziata, giudice a latere Giuseppe Sassone) ha condannato all’ergastolo Pinotto Iacomino,
l’uomo accusato di avere ucciso la sua compagna, l’insegnante di sostegno di 40 anni Ornella Pinto, madre di un bambino di 5 anni, all’alba del 13 marzo 2021 a Napoli. Un omicidio commesso
mentre il bambino era in casa.
“Sono vicino alla famiglia di Ornella che conosco da tempo. Una famiglia che ha sofferto tantissimo e che ha dovuto sopportare questo dolore straziante. L’ergastolo non significa per forza che l’assassino non uscirà più dal carcere. A mio avviso chi commette un reato così grave e sanguinario davanti a un bambino non dovrebbe più uscire dalla galera” dichiara il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments