MADDALONI (CE) – «Saranno riattivati entro il 31 ottobre una serie di reparti dell’ospedale di Maddaloni e, contestualmente, nelle prossime settimane partiranno i lavori di potenziamento della struttura che saranno realizzati grazie ai circa sette milioni e mezzo stanziati dalla Regione. In un costruttivo incontro avuto questa mattina con il direttore generale e tutti i vertici dell’azienda sanitaria, assieme al sindaco, abbiamo fissato la prima parte del programma che progressivamente porterà al ripristino di tutti i reparti del nostro nosocomio. Entro la fine del prossimo mese saranno nuovamente funzionanti accanto al reparto Covid il pronto soccorso, i reparti di Otorino laringoiatria, Oculistica, Medicina e Pneumologia. Sono, invece già aperti anche al pubblico la radiologia e il laboratorio d’analisi. Nel vertice di oggi, abbiamo avuto garanzie anche rispetto alla riattivazione della chirurgia. Va rinnovato il plauso ai cittadini di Maddaloni per la grande maturità dimostrata in questi due anni difficilissimi. Hanno compreso l’importanza del presidio Covid e hanno fatto enormi sacrifici nell’interesse di tutta la comunità di Terra di Lavoro. La loro maturità ha permesso che il mio impegno istituzionale svolto con la piena collaborazione del sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo, dell’intero consiglio comunale e della giunta tutta, del consigliere provinciale Angelo Campolattano ha permesso il raggiungimento di un risultato tanto atteso da tutta la città, ma non solo. Al direttore generale Amedeo Blasotti, al direttore sanitario Enzo Iodice, al direttore sanitario dell’ospedale Patrizia Vestini, il mio grazie per la grande disponibilità nell’accogliere le istanze del territorio. Non possono mancare i ringraziamenti al presidente Vincenzo De Luca per l’attenzione al mie continue sollecitazioni: le ingenti risorse stanziate ne sono la prova evidente». A dichiararlo Vincenzo Santangelo, consigliere regionale del gruppo Italia Viva al consiglio regionale della Campania.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments