NAPOLI – Risse, aggressioni e violenze a raffica nei Pronto Soccorso. Gli ultimi due casi a distanza di poche ore. Borrelli (Europa Verde): “sotto Natale poi invece di essere tutti più buoni stiamo registrando una impennata di azioni violente a prevaricatrici ovunque”.

“Gli ultimi due casi segnalati dalla pagina fb Nessuno Tocchi Ippocrate parlano ancora una volta di violenze, prevaricazioni, risse dentro i pronto soccorso. Gli episodi sono talmente tanti che sembra di parlare dei saloon del vecchio West più che di pronto soccorso moderni e frequentati da persone civilizzate. Sotto natale poi invece di essere tutti più buoni stiamo registrando una impennata di azioni violente a prevaricatrici ovunque a partire proprio dagli ospedali” dichiara il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Ecco le ultime due segnalazioni di Nessuno tocca Ippocrate:

11 Dicembre 2021 : alle ore 19 un medico del Pronto Soccorso è stato insultato e spintonato da un paziente che voleva essere visitato prima di tutti.
“Evidentemente il paziente godeva di perfetta salute datosi che ha avuto la forza di spintonare ed inveire contro il camice bianco! Sicuramente un codice verde che non necessitava l’intervento dei sanitari del più grande nosocomio del mezzogiorno! Come già detto in precedenza in questo periodo registriamo una impennata di fenomeni aggressivi, il cosiddetto colpo di coda di fine anno che contribuisce ad aumentare il numero totale dei 365 giorni! Ad Horas già abbiamo ampiamente sorpassato il numero delle aggressioni del 2020”.

12 dicembre 2021: “Teatro di una rissa tra 4 persone stanotte e’ stato il pronto soccorso del C.T.O. Nella zona collinare di Napoli….a quanto emerge dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che il personale sanitario abbia sedato una rissa tra 4 persone innescata per futili motivi. Dal nosocomio partenopeo non si sbilanciano e non emergono ulteriori notizie, NTI indaga sull’eventuale coinvolgimento di medici e/o infermieri”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments