NAPOLI – Una troupe dell’agenzia Videoinformazioni si è recata al rione Salicelle ad Afragola per documentare l’emergenza rapine degli ultimi giorni ed è stata derubata delle attrezzature. I malviventi hanno distrutto il vetro dell’auto e hanno portato via tutto. Non è soltanto un furto, ma un messaggio chiaro a non mettere il naso negli “affari” delle bande criminali della zona. Il Sindacato unitario giornalisti della Campania esprime preoccupazione per quanto accaduto ai colleghi di Videoinformazioni, ai quali va tutta la nostra solidarietà. Si tratta di un episodio paradossale che evidenzia in maniera plastica l’emergenza sicurezza che riguarda tutta l’area nord della provincia di Napoli, dove è sempre più difficile raccontare quello che succede. Ci auguriamo che ci sia un intervento urgente e deciso da parte del ministro dell’Interno.

«Vicinanza e solidarietà ai giornalisti di Videoinformazioni Pier Paolo Petino, Renato Cavallo, Alessandro Iovane, Marco Gargiulo, Antonio Coscione e Raffaele De Lucia, vittime di un ennesimo atto di inciviltà e vandalismo ad Afragola. È davvero inaudito e inaccettabile quello che sta accadendo nell’area nord della provincia di Napoli. Omicidi, rapine, aggressioni: è una zona ormai assolutamente fuori controllo. Lo Stato intervenga subito. Cosa deve succedere più? Ed anche la gente abbia il coraggio di far sentire la sua voce e scegliere chiaramente da che parte stare. Io sto coi giornalisti aggrediti e tutte le vittime di mafie e criminalità». Lo dichiara in una nota Catello Maresca, magistrato e consigliere del Comune di Napoli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments