Guide Ambientali Escursionistiche dopo il boom partono i corsi in Campania

0
71
Guide Ambientali Escursionistiche

NAPOLI – “E’ vero boom di Guide Ambientali Escursionistiche. La domanda è in crescita perché c’è un mercato del lavoro che è in crescita in questo settore. Noi, Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE abbiamo sfondato il tetto dei 3 milioni di turisti l’anno. Sta crescendo tutto il settore turistico italiano ed i dati ultimi parlano di ben 420 milioni di presenze ma sta trainando questa crescita in particolare il Turismo Ambientale”. Lo ha dichiarato Filippo Camerlenghi, Presidente Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche Aigae, Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche, la principale della categoria e riconosciuta dal MISE. “L’anno scorso abbiamo registrato l’iscrizione di ben 467 nuove guide – ha proseguito Camerlenghi – ed il 2018 si sta confermando come anno di crescita. Per far fronte alla mercato ed alla domanda abbiamo aperto nuovamente i bandi per i corsi professionalizzanti per diventare Guide. Stanno partendo corsi in Puglia, Campania, che si vanno ad aggiungere a Lombardia, Sicilia, Calabria ed ancora ai corsi in Sardegna, Lazio, Emilia – Romagna e Marche, per un totale che supererà altre nuove 200 guide”.

Sempre più giovani. Tante le persone che abbandonano precedenti mestieri per diventare Guide.

“Negli ultimi anni – afferma Daniela D’Amico, Presidente della Commissione Formazione e Aggiornamento di Aigae – stiamo lavorando molto per una formazione professionale di qualità delle future Guide Ambientali Escursionistiche. I 5 corsi, di cui alcuni già avviati e altri prossimi all’avvio, in diverse Regioni italiane, con richieste di iscrizioni superiori ai posti disponibili, dimostrano che sono sempre di più i giovani che si avvicinano a questa professione, facendo di una passione un lavoro qualificante. Noi dell’Aigae abbiamo la responsabilità di formare Guide professionali e consapevoli del valore del loro lavoro. È importante, in un momento storico in cui i cambiamenti climatici cominciano a far vedere i loro effetti, comunicare a turisti e visitatori l’importanza della tutela dell’Ambiente e della biodiversità per il futuro dell’Umanità”.

Perché l’Italia è il Paese della Bellezza. Ben 7500 km di coste, terzo al mondo per Geoparchi, secondo per biodiversità. Ben 24 Parchi Nazionali.

“L’Italia è il Paese della bellezza diffusa. Andiamo in ogni luogo d’Italia dove ci siano parchi e riserve, comuni e altre amministrazioni che ci accolgano per sviluppare il turismo sostenibile – ha affermato Nino Martino, Direttore Tecnico dell’Aigae – e le attività professionale Outdoor. Oggi ci sono molte realtà professionali in movimento per rafforzare la capacità italiana di fare turismo di esperienza. Le guide ambientali Escursionistiche sono il cuore di un turismo lento, dolce, tra uomo natura e cultura”.

Non siamo solo accompagnatori ma vere sentinelle e “pittori” del territorio. Aperto il bando per diventare Guide Ambientali Escursionistiche in Campania –

Al via le iscrizioni per il Corso nel Parco Nazionale del Cilento! In Campania cresce il Turismo Ambientale, le guide raccontano i borghi.

“Diventare guida ambientale escursionistica nel Parco Nazionale del Cilento non é solo accompagnare gli amanti della natura a conoscere luoghi mai visti, ma anche ridurre gli effetti negativi sul tessuto socio-economico di borghi che non sono conosciuti. Diventare Guida è valorizzare la storia e il paesaggio favorendo l’incremento occupazionale con nuove figure legate all’ambiente – ha dichiarato Vienna Cammarota, Coordinatrice delle Guide Aigae della Campania e Consigliere Nazionale Aigae – evitando lo spopolamento dei paesi. Formiamo nuove figure promuovendo un ricambio generazionale. In questo modo riusciremmo a metterci al passo veramente con i paesi europei. I giovani sono il nostro futuro, dobbiamo dar loro formazione, preparazione e grinta. La risposta c’è, la domanda lavorativa c’è. Ogni escursione registra un’importante numero di adesioni e di richieste e gli stessi Parchi della Campania, stanno crescendo ed aumentando anche la sentieristica perché il Turismo escursionistico, ambientale è in forte crescita”.

Ed ecco la Puglia dove sta per scadere la possibilità di iscriversi al Corso e diventare Guide. Dune Costiere, Torre Guaceto: che emozione esserci!

“Vuoi diventare una Guida Ambientale Escursionistica?

Finalmente arriva in Puglia il primo Corso Nazionale professionalizzante organizzato da AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche).

L’AIGAE è la più importante Associazione Professionale di categoria delle Guide Ambientali in Italia contando oltre 3000 soci diffusi in tutte le regioni italiane ed è nserita nell’elenco ricognitivo tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della legge 4/2013. È Guida Ambientale Escursionistica o Guida Naturalistica chi, per attività professionale, accompagna in sicurezza, a piedi o con altro mezzo di locomozione non a motore, persone singole o gruppi in ambienti naturali – ha dichiarato Giuseppe Flore, Coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche Aigae della Puglia e Consigliere Nazionale – ed anche innevati, assicurando la necessaria assistenza tecnica e svolgendo attività di didattica, educazione, interpretazione e divulgazione ambientale ed educazione alla sostenibilità.

L’attività professionale della Guida Ambientale Escursionistica prevede la descrizione, la spiegazione e l’illustrazione degli aspetti ambientali, naturalistici, antropologici e culturali del territorio con connotazioni scientifico-culturali, conducendo in visita ad ambienti montani, collinari, di pianura e acquatici, anche antropizzati, compresi parchi ed aree protette, nonché ambienti o strutture espositive di carattere naturalistico, ecoambientale, etnologico ed ecologico, allo scopo di illustrarne gli elementi, le caratteristiche, i rapporti ecologici, il legame con la storia e le tradizioni culturali ed enogastronomiche, le attrattive paesaggistiche, e di fornire elementi di sostenibilità e di educazione ambientale. L’attività professionale della Guida Ambientale Escursionistica prevede inoltre la progettazione, programmazione e svolgimento di laboratori ed iniziative di didattica, educazione, interpretazione e divulgazione ambientale in ambito scolastico.

Sono escluse dall’ambito professionale della Guida Ambientale Escursionistica tutte le attività e i percorsi che richiedano comunque l’uso di attrezzature e di tecniche alpinistiche, cioè corda, piccozza e ramponi.

Il corso professionalizzante in Puglia sarà realizzato in collaborazione con Legambiente, AIDAP (Associazione Italiana Direttori Aree Protette), WWF Italia. il Parco Regionale Dune Costiere Torre Canne Torre S. Leonardo e la riserva naturale statale e Area Marina protetta di Torre Guaceto.

Si svolgerà nel periodo Dicembre 2018/Marzo 2019, e sarà suddiviso in due aree tematiche per un totale di 300 ore: AREA TECNICO-PROFESSIONALE – Fornisce le informazioni di base e gli strumenti del “saper fare” e costituisce il cuore vero e proprio del corso. AREA SCIENTIFICA – Fornisce le nozioni scientifiche di base in Geologia, Ecologia, Botanica, Zoologia. Gli allievi verranno comunque invitati ad approfondire autonomamente queste tematiche, che per la loro complessità e ampiezza non possono essere riassunte in un corso professionale. Al termine del corso, gli allievi potranno sostenere l’Esame di Accesso ad AIGAE”.

Per l’accesso le modalità di svolgimento dei corsi sono identiche su tutto il territorio nazionale. Tutte le informazioni sono su www.aigae.org

Come si diventa Guida Ambientale Escursionistica?

Si diventa Guida Ambientale Escursionistica AIGAE frequentando un corso di 300 ore fatto di teoria e pratica sul campo con lo studio di numerose materie come cartografia, geologia, archeologia e tante altre ancora. Al termine del corso si deve superare l’esame.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami