Caos_barelle_al_Cardarelli_Foto_Nicola_Clemente_1-2-2

NAPOLI – Tra blocco dei ricoveri programmati, salvo quelli per i pazienti oncologici e procedure d’emergenza per il reperimento di posti liberi nei pronto soccorso da affrontare nel solito contesto di penuria di medici e personale sanitario, torna in trincea l’Asl Napoli 1 contro l’influenza. 1500 accessi tra gli ospedali del Mare, San Paolo e Pellegrini e così ieri il direttore Ciro Verdoliva ha deciso di insediare l’Unità di Crisi.

Tra le misure contro il congestionamento dei ps già adottate dall’Unità di crisi, oltre al blocco dei ricoveri, la riapertura all’ospedale del Mare di un reparto con 42 posti letto. L’Asl ha anche deciso di potenziare l’assistenza domiciliare e attivare la reperibilità del personale di comparto

Una situazione delicata ma che non preoccupa chi è chiamato a decidere per l’organizzazione delle strutture ospedaliere a fronte di una nuova emergenza sanitaria, che potrebbe protrarsi fino alla fine di gennaio.

LEGGI ANCHE
https://videoinformazioni.com/

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments