“I compiti che la Costituzione e la legge affidano al Csm sono volti ad assicurare l`indipendenza della magistratura, pilastro della nostra democrazia e garantita dalla Costituzione”. Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante la cerimonia di commiato dei componenti del Csm uscenti.

“Attraverso l’esercizio trasparente ed efficiente del governo autonomo il Consiglio Superiore deve garantire, nel modo migliore, l’autonomia e l’indipendenza della giurisdizione”.

“E deve assicurare agli uffici giudiziari il miglior livello di professionalità dei magistrati, che svolgono con impegno e dedizione la loro attività anche in condizioni ambientali complesse e talvolta insidiose”.

SCORSA CONSILIATURA “COMPLESSA SEGNATA DA GRAVI EPISODI”

“Sono certo che il nuovo Consiglio saprà svolgere le sue funzioni nel quadro di corretti rapporti istituzionali, nell’interesse preminente della Repubblica”.

Il presidente Mattarella interviene anche sulla passata consiliatura: “È stata complessa, segnata da gravi episodi che l’hanno colpita”.

IL PRESIDENTE HA RINGRAZIATO I COMPONENTI USCENTI PER L’IMPEGNO PROFUSO

“Ciò nonostante, grazie al contributo dei suoi componenti, il Consiglio superiore ha cercato di superare le profonde tensioni prodotte da quelle vicende, per assicurare il corretto funzionamento degli uffici giudiziari”.

Al termine della cerimonia di commiato al Quirinale dei componenti uscenti del Csm, il presidente Mattarella ha espresso un “sentito ringraziamento per l’impegno profuso e per l’attività svolta nel corso del mandato”.

 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments