NAPOLI – “Nel momento in cui vi scriviamo l’intero comparto funebre napoletano è fermo nelle operazioni di interramento e esumazione e non sappiamo quando la situazione si sbloccherà. Abbiamo i feretri fermi nelle auto e tutto questo perché, nella terza città d’Italia, basta che si interrompa la connessione internet del Comune per una paralisi totale”. Questo l’atto d’accusa di Gennaro Tammaro, delegato EFI per la Campania, nel denunciare quanto accade sabato 27 febbraio. “Tutto questo – continua – succede perché gli operatori del settore sono totalmente inascoltati. Vanno bene digitalizzazione e procedure telematiche, ma non è possibile immaginare che basti una connessione down per paralizzare un settore così delicato, senza aver elaborato un piano B efficace”.
“Con l’ennesimo rimpasto comunale e l’ennesimo rimpallo della delega ai Cimiteri – conclude Tammaro – assistiamo inermi a un dialogo nuovamente interrotto con l’amministrazione dopo il lavoro di avvicinamento fatto con Enrico Panini. Il confronto tra gli impresari funebri e il Comune, come dimostrano i fatti di queste ore, è in realtà cruciale e non possiamo sospenderlo fino a nuove elezioni; ed è per questo che chiediamo all’assessore Borriello di adoperarsi in questi ultimi mesi di mandato per la creazione di un tavolo tecnico che possa migliorare le condizioni di lavoro e di fruizione dei cimiteri di tutti”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments