310x0_1465194003083_rainews_20160606081806867

NAPOLI – 5 anni dopo è ancora de Magistris contro Lettieri. Il sindaco uscente dopo il primo turno è in vantaggio sull’imprenditore “scugnizzo” con un secco 42% rispetto al 24% del candidato antagonista.

Un vantaggio che potrebbe aumentare con l’apparentamento in sede di ballottaggio con il Movimento 5 stelle che con molta probabilità appoggerà De Magistris. Sul fronte opposto sono più di uno di dubbi da sciogliere. Il Pd si schiererà con Lettieri, quale sarà il ruolo di Bassolino? Ala accetterà di sostenere l’avversario politico fin oggi osteggiato e il governatore De Luca assieme al premier Renzi che ruolo svolgeranno? In città in molti si interrogano sul ballottaggio ma a quanto pare sono in tantissimi a stare dalla parte di De Magistris. “Non voglio tirare per la giacca nessuno, ma ho fatto un programma e su questo dobbiamo discutere- dice Gianni Lettieri- voglio confrontarmi con tutte le forze sane – afferma – che vogliono il cambiamento. Io vengo dal popolo e al popolo rispondo. Sono l’unico candidato civico. Palazzo San Giacomo è stato scosso da una questione morale senza precedenti. Riporterò l’etica e la trasparenza. Aprirò porte e finestre. Voglio strappare Napoli dalle mani dei politicanti”, conclude.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments