NAPOLI (di F.Colucci)- In Italia e nel mondo, ogni giorno si susseguono le testimonianze di femminicidi e casi di violenza fisica e psicologia a danno delle donne: ogni singolo episodio è espressione di una società sempre più aggressiva, svilente e rischiosa fatta di uomini incapaci di gestire rabbia e sentimenti, cresciuti in un’ottica culturale e sociale di dominazione del corpo femminile.

Per questo motivo, il contrasto alla violenza sulle donne è una battaglia incessante: di fronte ad un fenomeno così complesso e radicato che abbraccia indifferentemente classe sociale, età e origini culturali, il Dipartimento Pari Opportunità del Consiglio dei Ministri ha pubblicato un bando da 10 milioni di euro con l’obiettivo di sostenere e ampliare la rete di progetti rivolti al contrasto alla violenza di genere e avviare azioni di prevenzione incisive.

Per dare risposta ad ogni criticità, sono state individuate sei linee di indirizzo: inserimento lavorativo delle donne vittime di violenza, supporto alle donne detenute che hanno subito violenza, programmi di trattamento di uomini maltrattanti, supporto e protezione delle donne sottoposte anche a violenza “economica”, assistenza e cura delle donne migranti e rifugiate vittime di violenza, progetti di sensibilizzazione, prevenzione e educazione.

Si tratta di veri e propri “progetti di aiuto” per le vittime, nonché azioni di sensibilizzazione ed educazione volte a prevenire il formarsi della violenza mediante una cultura equa e rispettosa nei confronti delle donne.

http://www.pariopportunita.gov.it/bandi-e-avvisi/violenza-di-genere-bando-per-il-finanziamento-di-progetti-per-la-prevenzione-e-il-contrasto-del-fenomeno/

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments