Lincontro_con_De_Luca

NAPOLI – “Il bullismo va combattuto con forza perché è un fenomeno in continua crescita e non bisogna assolutamente sottovalutare gli episodi che si verificano, etichettandoli come ragazzate o poco più perché sono veri e propri atti di violenza e vanno perseguiti per quel che sono”.

A chiederlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione politiche sociali che, insieme al sindaco di Mugnano, Sarnataro, ha accompagnato dal presidente De Luca il padre che ha postato su fb la foto del figlio vittima dei bulli.“Con De Luca c’è pieno accordo sulla necessità di approvare al più presto possibile la legge regionale contro bullismo e cyberbullismo che sarà discussa martedì in Commissione politiche sociali perché bisogna mettere tutte le armi possibili in campo per poter vincere questa guerra, compresa l’assistenza psicologica e legale per le vittime” ha aggiunto Borrelli per il quale “è importante che ci sia sempre più consapevolezza sul tema, come dimostra anche la scelta di molte scuole, a cominciare dalla De Amicis di Chiaia, di ricordare la lotta al bullismo anche nel corso delle manifestazioni dedicate alle vittime innocenti perché, in fondo, anche chi cade nelle grinfie dei bulli è un povero innocente nelle mani di delinquenti”.“Proporrò anche al Consiglio regionale di approvare una norma che imponga a tutte le manifestazioni finanziate da soldi del bilancio regionale e rivolte ai giovani a scrivere e ricordare che le manifestazioni sono stesse sono contro il bullismo e il cyberbullismo e, qualora, si adottassero comportamenti non in linea, come l’assurda idea di invitare i bulli di Mugnano a far parte della giuria al Giffoni Film Festival, dovranno essere revocati tutti i finanziamenti e il patrocinio morale”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments