Autista-Autobus-660x375

NAPOLI – “E’ di oggi la notizia dell’ennesimo raid vandalico ai danni di un autobus ANM, sulla tratta che collega Scampia con Capodimonte – così in una nota Alessia Quaglietta, consigliere al Comune di Napoli in quota PD – ed è la riprova che questa amministrazione, ancora una volta, nasconde la testa sotto la sabbia per non affrontare il tema della sicurezza sui mezzi ANM.”

“Oggi si parla solo di danni ad un autobus, eppure in più di un’occasione abbiamo dovuto sentire di autisti feriti durante il turno di lavoro. All’inizio del mese il Comune aveva annunciato il progetto ^Linea sicura^ in cui sarebbero stati coinvolti circa 15 agenti di polizia municipale, distribuiti su due turni, che al di fuori per proprio turno lavorativo, in maniera del tutto volontaria, avrebbero svolto una funzione coadiuvante con il personale ANM, garantendo la sicurezza sui mezzi pubblici di superficie e nelle metropolitane. – continua la consigliera che, in occasione dell’ultimo Consiglio Comunale aveva già fatto sentire la sua voce sulla vicenda delle aggressioni al personale ANM – Il progetto del comune fa acqua da tutte le parti, è stato l’ennesimo slogan da campagna elettorale eterna che serviva a gettare fumo negli occhi ma nella sostanza non avrebbe risolto nulla. Sia perché il personale che “volontariamente” sarebbe stato impiegato non è, per numero di persone, in grado di coprire tutte le tratte e soprattutto quelle più esposte. Sia perché il territorio cittadino e gli orari più ostici, quelli notturni per intenderci, avrebbero richiesto un controllo più capillare e non solo chiacchiere. Nell’ultimo consiglio comunale avevo proposto di rivalutare il personale d’ufficio, o quello inidoneo alla guida, e immetterlo sugli autobus in funzione di sicurezza, eppure si è preferito dare spazio ad un progetto tanto fallace.”

“Rinnovo la mia solidarietà a tutto il personale ANM, che con stoicità ed abnegazione, continua a garantire un servizio in una città dove gli sforzi non vengono apprezzati e il lavoro sicuro è ancora un concetto troppo evoluto e difficile da concretizzare.” ha concluso la consigliera.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments