NAPOLI – Rosario Pugliese, 43 anni, laureato in scienze politiche, è candidato alle prossime elezioni comunali di Napoli nelle fila di Europa Verde. Da sempre cittadino attivo e vicino alle tematiche ambientali, è sceso in campo nella coalizione a sostegno del candidato sindaco Manfredi.

Pugliese perché ha deciso di candidarsi per svolgere il ruolo di consigliere comunale?
“Napoli ha bisogno della mia generazione, quella che ha subito le conseguenze delle crisi economiche degli ultimi 20 anni. La città ha bisogno di forze fresche, motivate e con delle competenze da mettere a disposizione della collettività”.

Perché ha scelto di correre con Europa Verde?
“Sono ambientalista da sempre. Nel 2008 ero candidato alla Camera nella fila di Sinistra Arcobaleno. Sono un militante dei Verdi della prima ora e sono sempre rimasto coerente”.

Di cosa si occupa nella vita?
“Lavoro per un’azienda metalmeccanica e ho la qualifica di esperto in sistemi di gestione integrata qualità, ambiente e sicurezza”.

Lei sostiene il candidato sindaco Manfredi, che giudizio ha nei suoi confronti?
“Ottimo. Durante gli anni dei miei studi alla Federico II sono stato consigliere di Ateneo, Senatore Accademico e consigliere regionale per gli studenti universitari. In quel periodo avevo già avuto modo di interagire con lui quando per la Federico II era il delegato all’edilizia. Inoltre ha sostenuto anche la battaglia che ho lanciato io in merito al “riscatta laurea”: iniziativa che permette il riscatto degli anni di studio ai fini pensionistici sostenendo costi più accessibili. Manfredi è un accademico che presta la sua competenza alla politica ed alla città”.

Lei conosce molto bene le esigenze degli studenti universitari. Cosa farebbe per loro se sarà eletto?
“Creerei una maggiore sinergia tra le università ed il Comune di Napoli rafforzando tirocini e stage. Un modo per dare una scossa alla macchina amministrativa ma anche per dare più possibilità di pratica sul campo agli studenti per prepararsi al mondo del lavoro. Il Comune di Napoli ha bisogno di rinnovarsi utilizzando risorse giovani e competenti per essere competitivo a livello nazionale ed oltre. Serve trovare le risorse per assumere nuove figure professionali. Un altro nodo importante è rendere efficiente il trasporto pubblico locale”.

In generale lei quali istanze porterebbe all’interno del consiglio comunale?
“Sono tante le tematiche da affrontare per migliorare la vivibilità dei cittadini. Tra queste sicuramente la pulizia delle strade e delle caditoie, lo spazzamento dei luoghi e la manutenzione dei sottoservizi. Sembrano cose scontate ma a Napoli non lo sono. Inoltre proporrei una riforma generale per utilizzare meglio le risorse umane del Comune di Napoli. Ovviamente massima attenzione alla cura del verde cittadino, da anni in stato di abbandono, alla bonifica di Bagnoli ed alla spesa dei fondi europei per rilanciare Napoli”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments