NAPOLI – “La passeggiata con Salvini non rinforza, ma indebolisce enormemente la candidatura di Maresca. La loro comune ipocrisia ha poi iniziato ad assumere aspetti surreali. Il leader della Lega viene a Napoli per sostenere Maresca dichiarando di non presentare il simbolo di partito in nome di un finto civismo. In Campania i sondaggi sono in controtendenza per il Carroccio, perciò non ci sarà il loro simbolo. Si tratta solo di paura da parte della Lega di fare una pessima figura a Napoli e di vergogna, da parte di Maresca, nel presentarsi come candidato di un partito che per anni ha offeso e insultato la città e il suo popolo. Ricordiamo i cori del leader leghista: ‘Vesuvio lavali col fuoco” e ‘Senti che puzza stanno arrivando i napoletani’. Sì, in effetti Salvini e Maresca hanno bisogno di nascondere faccia e partito agli elettori napoletani che, siamo sicuri, non si faranno prendere in giro. La città resterà ‘desalvinizzata’. Chi ama veramente Napoli non dimentica”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments